Dispositivi Apple per aziende: finanziamento con leasing o noleggio

Il numero delle aziende che utilizza i prodotti Apple è in continuo aumento.

Del resto, i prodotti  della nota azienda, dal Mac, all’iPad passando per i vari software e accessori sono tra i migliori presenti sul mercato e si differenziano dagli altri per la loro facilità di utilizzo connessa ad una rapidità delle operazioni da svolgere.

Tutto ciò implica un taglio nei tempi di produzione, a fronte di un aumento maggiore dei lavori da poter effettuare.

Non a caso, anche quando si chiede agli esperti del settore un parere circa i migliori dispositivi da utilizzare per le proprie attività, qualsiasi consulente computer vi indicherà i prodotti Apple.

Ciò è dovuto anche al fatto che negli ultimi anni, la ben nota melina ha deciso di attivare un’offerta di noleggio e finanziamento per le imprese di tutti i suoi prodotti.

Come noleggiare i prodotti Apple

Diventa quindi possibile poter finanziare iPad, Mac, smartphone aziendali, software, accessori e altri prodotti che sono necessari allo sviluppo delle attività lavorative della propria società o piccola impresa.

Il tutto può avvenire per mezzo di due differenti modalità di pagamento:

  • noleggio delle attrezzature,
  • leasing finanziario.

Mentre il noleggio consente di suddividere i costi in base ad una durata che viene scelta da colui che acquista a partire da 12 mesi, potendo inoltre rinnovare se si vorrà allo scadere del contratto tutti quegli strumenti Apple utilizzati, la seconda invece permette di spalmare il costo su 30 mesi, ottenendo così al termine del contratto, la piena proprietà dei prodotti.

Maggiori dettagli inerenti al finanziamento si possono trovare sul sito della Apple insieme ad alcuni esempi.

Per quanto riguarda il leasing prendendo il caso dell’importo minimo finanziabile e cioè di € 1.000,00 + IVA, è possibile suddividere il pagamento attraverso 30 rate mensili a partire da € 33,30 + IVA.

Il costo del noleggio è comprensivo anche di assicurazione furto e incendio.

Vi sono ovviamente delle spese di apertura della pratica da far fronte ma non sono eccessive; parliamo infatti di circa € 50,00 + IVA.

Allo scadere del contratto, come già affermato, si può riscattare il bene per un importo pari al 10% del suo costo originario.

Il TAEG dell’esempio in questione è del 13,33% mentre il TAN è di 6,72%.

Invece, per poter noleggiare degli apparecchi Apple l’importo minimo finanziabile è di circa € 500,00 + IVA.

Con quei beni dal valore di € 1.000,00 è possibile invece poter rateizzare il costo attraverso 24 canoni da € 40,62 ; il canone include sempre l’assicurazione incendio, furto e danno e in questo caso non sono previste spese di apertura della pratica.

Bisogna però sottolineare che questa tipologia di promozione viene riservata soltanto a coloro che posseggono partita Iva da più di tre anni, cioè i cosiddetti “clienti Business”, oppure ci si può sempre rivolgere ad un centro Apple e verificare con loro il tipo di offerta valida per la propria attività.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *