iphone schermo rotto

Riparare lo schermo di un Iphone

Gli Iphone sono tra gli smartphone più ambiti, per la loro tecnologia e soprattutto per il design, che Apple è riuscita a rendere unico nel suo genere, come molti dei suoi servizi. Sono oggetti molto costosi, ma anche delicati, nonostante la qualità costruttiva. Può capitare, infatti, che una caduta accidentale porti alla rottura dello schermo, come anche a quella del touch, rendendo il telefono inutilizzabile, ecco allora come riparare schermo iPhone.

Riparare schermo iPhone

sostituzione schermo iphoneCosa fare allora in caso di rottura dello schermo? Una riparazione iphone non è mai banale, proprio per la qualità costruttiva di questi oggetti, e, di solito, la cosa migliore è quella di rivolgersi ad un centro Apple specializzato. Proprio perché parliamo di terminali costosi, non possiamo certo aspettarci di pagare poco anche le riparazioni. Anzi, Apple è famosa per i suoi interventi non proprio a basso costo, ma questo è anche giustificato dalla manodopera iper specializzata, e da macchinari tecnologicamente avanzati per avere una riparazione al top.

A questo Apple ha in parte provveduto, consigliando, al momento dell’acquisto, un’assicurazione specifica, la AppleCare+, grazie alla quale è possibile far fronte in maniera più leggera e veloce, alle riparazioni che non rientrano in garanzia. Prendiamo l’esempio di un Iphone 7, che, per la riparazione di uno schermo rotto, richiede un costo di circa 150 euro, mentre tramite assicurazione, siamo nell’ordine di appena 30 euro. Se in più vi sono altri danni un intervento senza assicurazione può facilmente raggiungere cifre intorno ai 400 euro, a fronte di appena 100 euro con la AppleCare+.

Riparazioni in centri non autorizzati

Parallelamente ai centri autorizzati Apple, sono nati molti professionisti che si sono specializzati nella riparazione degli Iphone, come di altre marche di smartphone. Il vantaggio sta sicuramente nel prezzo, solitamente di gran lunga minore rispetto ai centri Apple. Altro vantaggio spesso sta nel tempo di permanenza necessario alla riparazione, in quanto questi piccoli riparatori, offrono servizi più celeri, proprio per invogliare il cliente a rivolgersi a loro, e non perdere l’utilizzo dell’amato iphone per troppo tempo.

Di contro avremo sicuramente dei ricambi non originali, e una lavorazione artigianale, che non segue le rigide direttive Apple, anche per mancanza dei macchinari specialistici usati dalla casa madre. La minore qualità tuttavia, non significa sempre non avere un lavoro ben fatto, che poi dipende anche dal tipo di intervento che necessita la riparazione. Se non siamo in possesso degli ultimissimi modelli di Iphone, ma vogliamo riparare, ad esempio, il buon vecchio iphone 5, forse non conviene rivolgersi al centro autorizzato, proprio per non affrontare grosse somme di denaro.

App Matrimonio

App per organizzare Matrimoni: quale scegliere?

Il giorno del proprio matrimonio è una data fondamentale e significativa, tutto deve essere organizzato alla perfezione. Con queste applicazioni anche il più piccolo dettaglio potrà essere pianificato con cura.

Sposa in organza: suggerimenti, scelte e organizzazione

Non sai da dove cominciare per scegliere il tuo abito da sposa perfetto? Dai un’occhiata all’App Vera Wang, troverai una selezione dei più strepitosi vestiti tra i quali scegliere quello perfetto, oppure per prendere interessanti spunti. Anche scaricando sul proprio smartphone Pronovias riuscirai a visionare svariati modelli di assoluta tendenza dei più grandi stilisti del settore. Tra le applicazioni più utilizzate da chi deve sposarsi c’è anche WeddingWire, uno spazio per le spose che amano condividere ogni momento e chiedere consiglio agli altri utenti online. A volte è molto importante parlare con chi sta vivendo le stesse emozioni, per scambiarsi consigli e idee preziose. L’app MatrimonioIdee invece è perfetta per chi non ama perdere tempo nella ricerca di fornitori e offerte per il ricevimento. Dà la visualizzazione di tutte le ditte ubicate nei paraggi che offrono le migliori proposte.

Abiti da sposa in organza di seta: le app più in voga per un abito impeccabile

Se sei un’amante degli abiti da sposa in organza di seta non puoi tralasciare di avere sul tuo dispositivo mobile la app Wedding Dress Studio, utilizzandola ti sarà possibile creare il tuo vestito su misura. Ti basterà inserire i parametri richiesti, dar vita al tuo avatar e sbizzarrirti come meglio credi. Il risultato sarà veramente quello dei tuoi sogni e grazie alle impostazioni finali ti sarà anche suggerito dove poterlo acquistare. Design Abito da Sposa invece ti fornisce un vasto catalogo dove ammirare vestiti raffinati e di tendenza. Presenta idee per il giorno più bello e tutorial su come essere al top e splendide per tutta la durata della giornata. Per le fashon victim delle calzature l’app Scarpe da Sposa Idea propone una carrellata dei modelli più alla moda da indossare sotto l’abito, tutti i migliori brand propongono qui le scarpe più glamour ed eleganti da sfoggiare per stupire tutti con classe e buon gusto. In questa applicazione è presente anche una variegata sezione per l’organizzazione del viaggio di nozze verso mete da sogno e consigli su come allestire un party nuziale veramente indimenticabile.

Per non lasciare nulla al caso ognuna di queste applicazioni ti aiuterà a non perdere tempo prezioso e a coordinare ogni momento di quel fatidico giorno, per la completa soddisfazione tua e di tutti i tuoi ospiti. Scarica quella giusta per te e comincia subito a programmare il giorno più importante della tua vita che lascerà un ricordo indelebile per sempre.

Apple e Lead Generation: scopriamo perché l’azienda di Cupertino ha tanti seguaci (e di conseguenza vendite)

Iniziamo subito col chiarire che Apple non ha clienti, ha dei veri seguaci, anzi, ancora meglio, ha dei fan! Ma che cosa rende quest’azienda così unica, quale tipo di magia utilizza per avere sempre nuovi clienti e farsi letteralmente adorare da quelli già fidelizzati? Per capire bene tutti i processi che ha attuato il colosso di Cupertino, però, bisogna fare un salto temporale fino a incontrare un giovane Steve Jobs, che a buon titolo viene considerato uno dei padri della lead generation e che fin da subito ne ha compreso il ruolo fondamentale.

Il concetto di target profilato

Una delle cose che ha compreso Steve Jobs è stata l’importanza di non sprecare energie e risorse, ma che sarebbe stato decisamente più remunerativo concentrarsi su contatti utili, quindi un target altamente profilato. Non avrebbe avuto senso, infatti, disperdere tempo e fatiche e non ottenere il ritorno pianificato. Il concetto sposato da Steve Jobs è lo stesso che viene applicato oggi giorno quando si fa lead, soprattutto quando si tratta di campagne che comportano l’investimento di un certo budget, come le pay per click, dove un click di un contatto disinteressato e che abbandona subito il sito è considerato una perdita.

E allora si cerca di scremare in partenza, proprio dai contatti. Verranno attratti solo quelli che vengono reputati davvero interessati a un servizio o prodotto, ed è esattamente quello che Apple ha fatto negli anni, e non solo, ha “nutrito” e coccolato questi contatti al punto da farli convertire praticamente tutti, o comunque un’altissima percentuale, in clienti.

Apple non vende servizi, vende sogni

Una delle carte vincenti dell’azienda è stata quella di prevenire i bisogni dei clienti, creando non quello che serve ora, ma quello che servirà in un prossimo futuro, anticipando i desideri dei propri seguaci, o forse, non senza una nota di malizia, creando bisogni che prima non si avevano. Ma è l’approccio al mercato che ha reso davvero unica Apple. Quanta pubblicità si vede in giro di questo brand? Poca, perfino sui social, ambiente particolarmente fertile per le campagne di web marketing. Eppure Apple sembra quasi snobbarlo. Ma non è così di fatto. In questo caso Apple sfrutta una delle attività di lead più economiche, il referral marketing, ovvero, il passaparola.

Non vediamo pubblicità della Apple, ma vediamo continuamente i nostri contatti che più o meno consapevolmente promuovono il brand e i suoi prodotti. Per capirci, basta semplicemente che un contatto ci scriva “Hey ciao, sono dal mio iPhone” per dire che ci sta scrivendo dal suo smartphone. Sì, perché anche questa sorta di metonimia operata da Apple è ormai diventata la normalità, si nomina l’oggetto Apple non l’oggetto generico.

La chiave del successo

La chiave del successo di Apple è in summa il suo saper fare lead generation, anche e soprattutto attraverso le recensioni positive dei suoi seguaci e, cosa non da poco, anche mediante l’utilizzo di testimonial con un grande seguito come personaggi del jet set di Hollywood.

Scopri come fare lead generation, forse non diventerai come Apple, ma aumenterai le vendite della tua azienda!lead-generation-02

iPhone Ricondizionati a partire da 199€

Dove acquistare iphone ricondizionati

Gli iPhone ricondizionati costituiscono una delle scelte possibili per coloro che desiderano un dispositivo Apple e non possono spendere cifre esorbitanti.

Vediamo quali sono le motivazioni per le quali può essere intrapresa una decisione di questo tipo, con una lunga serie di lati positivi.
Inoltre, scopriamo dove possono essere trovati questi dispositivi tanto ambiti.

Nel corso degli ultimi anni, gli iPhone di Apple hanno acquisito sempre più prestigio e sono tra i cellulari di ultima generazione più apprezzati dal pubblico. Anche per questo motivo, acquistare gli iPhone ricondizionati rappresenta un’alternativa più che valida per diverse cause. Stiamo parlando di semplici smartphone della marca della mela che ritrovano una sorta di seconda vita dopo diversi interventi di ricostruzione e manutenzione. Per funzionare al meglio, device di questo genere devono essere sottoposti a numerosi controlli. Di conseguenza, tali cellulari sono reperibili a prezzi anche nettamente inferiori rispetto a quelli di listino, senza alcuna perdita dal punto di vista della qualità.

In poche parole, gli iPhone ricondizionati sono molto simili rispetto a quelli appena messi sul mercato e la loro usura appare piuttosto limitata nel cofano e nella parte interiore. Essi possono essere trovati facilmente nella grande rete di Internet, grazie ad una lunga sequenza di siti di settore.

Tra questi, bisogna senza ombra di dubbio segnalare il portale iphonericondizionati.it.

Quest’ultimo costituisce una sorta di vetrina sul Web per tutti coloro che vogliono un melafonino e non intendono spendere cifre folli per esserne in possesso. Sono presenti iPhone di ogni genere e appartenenti alle gamme più recenti, con un alto grado di soddisfazione per i clienti di tutte le fasce. Inoltre, il sito consente la vendita di uno smartphone e la sua conseguente riparazione in caso di situazioni poco piacevoli.

iphonericondizionati.it opera adottando misure pienamente conformi alle normative europee e nasce con lo scopo principale di ridurre l’impatto di prodotti elettronici in disuso sull’ambiente. La spedizione diventa molto semplice grazie all’aiuto di un corriere pronto ad imballare il prodotto. Quest’ultimo viene mandato al laboratorio, passato ai raggi X e messo in vendita se ogni elemento è a posto.

È inoltre possibile acquistare iPhone ricondizionati pagandoli mediante bonifico bancario, carta di credito, PayPal e contrassegno.

scoprireanonimoask.com

Come scoprire l’anonimo su ask su ipad e iphone?

Vediamo ora chi sono gli anonimi, perché è utile scoprirli e come sfruttare il sito web di http://scoprireanonimoask.com/  per poter compiere tale operazione in maniera corretta.

Gli anonimi di Ask, un problema da risolvere.

Chi sono gli anonimi di Ask?
Generalmente, sono delle persone che hanno molto tempo da perdere, e che si divertono nello sfruttare l’anonimato, che viene concesso da questo social network, ai suoi utenti.
Nel momento in cui queste persone utilizzano il sito web, esse si divertono a dare il tormento agli utenti che magari nemmeno conoscono.
Il fare delle domande inopportune oppure insultare il prossimo risulta essere il loro comportamento standard: il poter essere protetti dall’anonimato aumenta la voglia di scocciare gli altri utenti.
La loro popolarità aumenta nel momento in cui, la vittima che subisce le angherie online, cerca di reagire: ma anche quando questa ignora l’anonimo, esso continua a dargli il tormento, giusto per il gusto di poterlo fare, giocando appunto sul fattore anonimato, che protegge queste persone poco corrette presenti sul suddetto social network.

Perché è bene smascherarli.

Poterli scoprire rappresenta un’opportunità che deve essere sfruttata immediatamente, in quanto queste persone verranno sconfitte senza possibilità di rivincita.
Quando un anonimo viene scoperto, prova la stessa sensazione di un lottatore messicano che perde la sua maschera: la sua carriera, quando questo accade, è praticamente finita, dato che non potrà più indossare la maschera, e lo stesso accade con l’anonimo.
Esso infatti viene scoperto e la sua identità resa pubblica, cosa che fa provare loro una sensazione di disagio ed anche di vergogna: la sensazione di essere un intoccabile viene completamente rimossa e l’anonimo, privato di quello scudo protettivo, tende a sparire dal social network di Ask.
Procedendo in questo modo, una persona riesce anche a tutelarsi, in quanto quella persona non avrà più possibilità di dare il tormento alle altre persone, visto che essa è riuscita a crearsi, a sua volta, uno strato protettivo che non potrà essere scalfito.
Ecco quindi il perché, adottare questo particolare modo di fare, risulta essere veramente utile, in quanto protegge le potenziali vittime da questi predatori presenti sul web.

Come sfruttare il sito contro gli anonimi

Il sito di http://scoprireanonimoask.com/ permette alle persone di poter utilizzare un’arma che risulta essere letale: nella piattaforma sarà possibile utilizzare un programma, completamente gratuito, che permette di scoprire diversi dati di quella persona che, fino a quel momento, si è divertita nei panni dell’anonimo.
Quando si riceve una domanda o insulto anonimo, le persone che ricevono quell’elemento devono semplicemente copiare ed incollare il link della domanda sul sito web.
Questo poi dovrà essere azionato: la domanda o commento verrà analizzato e dopo pochissimo tempo, l’anonimo verrà smascherato, visto che la sua identità, ovvero indirizzo mail e soprattutto quello IP, verranno scoperti da chi utilizza il programma del sito web http://scoprireanonimoask.com/.
In questo modo, una persona potrà essere sicura che, gli anonimi, gli staranno ben lontani, visto che questo strumento potrà essere utilizzato in un qualsiasi momento senza dover sottoscrivere abbonamenti e pagare somme di denaro.