Kena Mobile

Kena Mobile funziona su IPhone?

In questi giorni si fa un gran parlare di Kena Mobile, la nuova compagnia telefonica a basso costo, nata all’ interno del primo gruppo italiano di telecomunicazioni: la storica Telecom Italia.

Kena Mobile

Ma Kena Mobile funziona senza problemi su IPhone? Partiamo subito con lo spiegare cos’ è Kena Mobile. Si tratta di un nuovo operatore virtuale. In gergo MVNO. E’ un gestore telefonico come tutti gli altri, proprio come i più conosciuti Tim, Vodafone, Wind e 3 ma non ha una propria rete. E come fa a funzionare senza una propria rete? Si appoggia a quella di un gestore esistente. In questo caso, Kena Mobile si appoggia alla rete di Tim. Quindi una delle più capillari d’ Italia. E Kena è proprio figlia di Tim. Più precisamente, è controllata da Noverca, che però è stata acquistata dal Gruppo Telecom Italia.

E allora perché quelli di Tim hanno voluto lanciare un nuovo gestore telefonico? Questioni di marketing. Con il consolidamento del mercato, la nuova posizione di leadership di Wind Tre oggi fuse e l’ arrivo molto prossimo di Free Mobile in Italia, il vecchio monopolista nazionale ha scelto di rifarsi il look, di travestirsi un po’ con un marchio tutto nuovo e si sono buttati a fare telefonia mobile low cost. Prevalentemente rivolta ai più giovani. Con servizi, come li definiscono loro, no frills, e tariffe davvero molto accattivanti.

Tim quindi potrà fare, diciamo così, il doppio gioco. Lavorando con il brand principale sulla popolazione più adulta e alto spendente e con il nuovo Kena proporre qualcosa anche ai giovani sempre connessi.

Ma come funziona Kena Mobile su IPhone?

Kena Mobile funziona senza alcun problema sui dispositivi Apple. Va però considerato che l’ operatore non offre connessione dati 4G. Quindi per utilizzare Kena Mobile dovrete accontentarvi, proprio perché si tratta di un gestore a basso costo, della connessione in 3G e ovviamente in 2G. Questo è il primo limite per chi usa Kena Mobile con un device moderno come IPhone.

Un altro aspetto importante per far funzionare Kena su IPhone è settare il roaming attivo. Questo perché, come detto sopra, i gestori virtuali si appoggiano alla rete di un altro gestore. Per questo il vostro IPhone con sim Kena Mobile, lavorerà su una rete non di casa e farà apparire la solita “R”. Esattamente nella stessa modalità di quando vi trovate all’ estero.

Anche sul display del melafonino a noi tanto caro, apparirà, a differenza degli smartphone Android, la rete TIM. Senza roaming dati attivo non vi sarà possibile navigare in internet con IPhone ma non ci sarà alcun problema per quanto riguarda chiamate e messaggi.

IPhone dovrebbe riconoscere già da subito la sim Kena Mobile. Se doveste avere problemi, consigliamo comunque di verificare sul sito KenaMobile.it, le configurazioni tecniche necessarie come il “centro messaggi” e le impostazioni come mms e apn.

L’ APN di Kena Mobile è web.kenamobile.it

Kena Mobile conviene davvero?

Per quanto riguarda il nostro punto di vista, in effetti, le tariffe sono davvero convenienti. Forse ci aspettavamo qualcosa in più ma per il momento sembra un gestore molto economico e che può interessare una buona fetta di pubblico. Resta però il limite, pesantissimo per gli users di IPhone, della non disponibilità della rete veloce 4G – LTE. Quindi, per il momento, castrare l’ IPhone in questo modo non ci sembra proprio il caso.

La telefonia mobile italiana è davvero ricca di offerte interessanti. Forse meglio spendere 4 o 5 euro in più al mese ed avere a disposizione anche le reti mobili di nuova generazione. Ma questo è semplicemente il punto di vista di noi di notizieapple.com

Nel frattempo, aspettando magari l’ apertura anche dell’ amato 4G, non possiamo che augurare a Kena tanta buona fortuna in un mercato difficile e saturo, come quello italiano.

Fonte della notizia: www.upgo.news

Rete 4G/LTE: come abilitarla su iPhone 5, 5s, 5c

La rete LTE, dalla sua prima introduzione nel mercato della telefonia mobile, si è rapidamente diffusa, divenendo uno standard sulla quasi totalità degli smartphone odierni, garantendo una velocità di connessione simile a quella ottenibile in WiFi.

Su alcuni modelli di smartphone meno recenti, tuttavia, anche se il dispositivo risulta in grado di agganciare una rete LTE, quest’ultima risulta disabilitata di default. Tra questi smartphone, figurano anche i modelli di iPhone 5, 5s e 5c, che forse per ragioni legate al consumo della batteria, anche se non vi è alcuna nota ufficiale di Apple al riguardo, presentano la connettività 4G-LTE disabilitata.

Gli iPhone, dal cinque al modello più recente, risultano in grado di agganciare la rete LTE solo con i gestori telefonici che supportano tale tecnologia e, cosa fondamentale, che sono stati approvati dall’azienda di Cupertino.

Apple, infatti, al fine di garantire una migliore esperienza d’uso ai suoi clienti, permette di far navigare sotto rete LTE solo i clienti che utilizzano un gestore abilitato. In caso contrario, bisogna solo sperare in un aggiornamento firmware per il proprio smartphone. Se siete dunque interessati ad abilitare la connettività 4G-LTE sul vostro smartphone, di seguito sono descritti i vari passaggi per farlo.

Come abilitare la rete 4G-LTE sugli iPhone 5, 5s, 5c e superiori

Se utilizzate, quindi, un iPhone 5 o superiore e avete un piano dati che consente la navigazione in LTE, ma nonostante ciò state continuando a navigare sotto rete 3G o addirittura EDGE, allora non dovete far altro che seguire la procedura illustrata di seguito per abilitare la rete LTE sul vostro iPhone:

  • Fase 1: ricercate l’icona Impostazioni nella home del vostro iPhone o in una directory che avete precedentemente creato.lte
  • Fase 2: Scorrete le varie voci e premete su Generali.
  • Fase 3: Premete sull’opzione Cellulare e successivamente assicuratevi che i cursori relativi Dati Cellulare e Abilita LTE siano impostati su ON.

A questo punto il vostro smartphone dovrebbe risultare correttamente configurato per navigare sotto Rete LTE. Tuttavia, è doveroso ricordarvi che la connessione dati sotto rete LTE, rispetto ad esempio a quella sotto rete 3G, risulta all’incirca dieci volte più veloce e tale velocità potrebbe andare a discapito del vostro piano tariffario, in quanto consumerete i Giga-Byte messi a disposizione dal vostro gestore senza nemmeno accorgervene.

A tal proposito, quindi, è consigliato in alcune circostanze eseguire il procedimento inverso, ossia disabilitare la connettività LTE per ridurre il consumo di banda a propria disposizione. Infine, è consigliato tenere spenta la connettività LTE anche quando volete favorire il risparmio energetico della vostra batteria o quando la copertura LTE del vostro gestore dovesse risultare molto più debole di quella 3G.

Verificate la velocità della connessione

Anche se il vostro smartphone è stato correttamente configurato per navigare in LTE, può succedere che il vostro gestore telefonico applichi delle restrizioni di rete sulla vostra linea, che vi impediscono di navigare all’alta velocità garantita dalla copertura LTE.

In questi casi, prima di richiedere un intervento sulla vostra linea al vostro gestore telefonico, potete verificare la velocità della vostra connessione effettuando uno speed test online, scegliendo un servizio gratuito fra i tanti in giro per la rete.

Suggerito da: Fast Adsl

iphone 5

iPhone 5: la recensione completa di Notizieapple

iphone-5-la-prima-recensione-completa-530x382

Per tante persone l’iPhone 5 è stata una delusione, in quanto da Apple si sarebbero aspettati una vera e propria innovazione, come successe per il primo iPhone e per l’iPhone 4. Per chi invece si aspettava “solamente” un ottimo smartphone, l’iPhone 5 è un modello quasi perfetto, capace di soddisfare le tutte le necessità.

6

Quando si prende in mano per la prima volta l’iPhone 5, si rimane sicuramente colpiti per l’incredibile leggerezza del dispositivo. Sebbene lo schermo sia infatti più grande rispetto ai vecchi modelli dell’iPhone, a confronto con il 5 l’iPhone 4S o l’iPhone 4 sembreranno pesantissimi. Inoltre, grazie alla forma allungata rispetto ai modelli precedenti, l’iPhone 5 offre una sensazione di maggiore maneggevolezza, dato che le dimensioni laterali rimangono le stesse.

3

Guardando il display, lo schermo è aumentato rispetto ai modelli precedenti. Ridicolizzata dagli avversari della società di Cupertino poichè lo schermo si allungava solamente senza anche allargarsi, il display dell’iPhone 5 riesce a garantire un’incredibile esperienza di utilizzo, grazie alla densità di colore del display Retina. La navigazione su internet inoltre risulta molto più piacevole rispetto ai vecchi iPhone, come anche la riproduzione dei video musicali, proprio per le maggiori dimensioni dello schermo. Guardando le caratteristiche tecniche in numeri, l’iPhone 5 offre un display da 4 pollici, nettamente superiore al display da 3.5 pollici di cui sono disposti tutti i modelli precedenti di iPhone, a partire dal primo modello all’ultimo 4S. La risoluzione dello schermo passa così dai precedenti 960×640 pixel ai 1360×640 pixel, mentre la desnità per pixel resta a 326ppi, dato che si tratta sempre di un display Retina.

5

Passando a parlare della connettività, l’iPhone 5 offre il pieno supporto alle reti 4G LTE, che sono in sviluppo nel Belpaese, mentre sono già operative da tempo nel resto del mondo. Il Bluetooth è stato migliorato e reso più veloce, mentre il WiFi funziona adesso sia a 2.5Ghz che a 5Ghz, in modo da garantire una minore interferenza nella trasmissione dei pacchetti dati. E’ stata migliorata inoltre la qualità della voce in chiamata, eliminando quasi completamente il rumore esterno grazie alla presenza di un terzo microfono.

4

La fotocamera è la stessa dell’iPhone 4S, nonostante abbia subito qualche piccolo miglioramento. Gli 8 Megapixel sono infatti ora protetti da lenti molto più resistenti ai graffi, e sono meglio supportati dal più potente hardware che permette una migliore stabilizzazione e una migliroe regolazione dell’illuminazione, oltre che ad una maggiore velocità di scatto.

Come processore, l’iPhone 5 offre il meglio di casa Apple, come sempre successo all’uscita di ogni nuovo dispositivo. Il processore dell’iPhone 5 è infatti un chip A6, che fu designato appositamente per questo modello. La velocità di calcolo è decisamente notevole, in quanto funziona a 1.07 Ghz con 1Gb di RAM, ovvero quasi il doppio rispetto all’iPhone 4S. L’unico problema attualmente rivelato, e che probabilmente sarà l’unico esistente, è che il troppo sforzo del processore tende a surriscaldare troppo velocemente il dispositivo.

Preinstallato sull’iPhone 5 troviato l’iOS 6, l’ultimo firmware del sistema operativo della società di Cupertino. Grazie ad esso l’iPhone 5 garantirà la possibilità di utilizzo delle nuove Mappe, che integrano la funzionalità di navigazione Turn-by-Turn, l’utilizzo di PassBook, la possibilità di scattare foto panoramiche e molte altre funzioni.

6

Sebbene sembri strano, l’iPhone 5 riesce a garantire una maggiore durata rispetto ai vecchi modelli. La batteria infatti, riesce a garantire addirittura 9 ore in conversazione 3G, 8 ore in navigazione su rete 3G, 8 ore di navigazione su rete LTE, 10 ore di navigazione su rete WiFi, 10 ore di riproduzione video, 40 ore di riproduzione musicale e ben 225 ore in modalità standby. Il tutto nonostante la batteria sia di dimensioni inferiori.

7

Con l’introduzione dell’iPhone 5 Apple ha sperimentato anche l’utilizzo del nuovo connettore Lightning, ovvero un adattatore che ha permesso di ridurre le dimensioni delle uscite dei cavi sul dispositivo mobile. Oltre al connettore Lightning, Apple ha anche rilasciato le nuove cuffie, aggiornate per la prima volta dal lancio ufficiale. Le Apple EarPods sono nate per trasmettere “il suono nell’orecchio”, e dobbiamo dire che ci sono riuscite molto bene, grazie all’incredibile desing che si adatta perfettamente a tutti i tipi di orecchie.