recensione iPhone 6

Recensione dell’ iPhone 6 e 6 plus

Ad un anno esatto dal lancio degli iPhone 5c e 5s, la Apple si adegua alle richieste del mercato, che vede crescere sempre più l’apprezzamento nei confronti dei cosiddetti ‘phablet’.

L’azienda di Cupertino sforna infatti due prodotti, l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus, dalla diagonale rispettivamente di 4,7 e 5,5 pollici, conquistando quei consumatori attratti da dimensioni del display più generose ed allo stesso tempo tenendosi stretti quelli che prediligono la praticità, che potranno ancora optare per l’iPhone 5s.

Design e Materiali iPhone 6

Un’innovazione evidente rispetto ai telefonini precedenti è, oltre alla lunghezza della diagonale, la riduzione dello spessore, portato a 6,9 millimetri nell’iPhone 6 e 7,1 nell’iPhone 6 Plus, per un peso di rispettivamente 129 e 172 grammi.

I materiali utilizzati sono gli stessi, e di altissima qualità, per i due modelli, ed entrambi presentano eleganti linee arrotondate ed uno schermo smussato ai bordi fino a coincidere perfettamente con la cornice; i colori disponibili sono argento, oro e grigio siderale.

Hardware iPhone 6

Oltre a presentarsi esteticamente identici, eccezione fatta per le dimensioni, i due modelli condividono grossomodo le stesse caratteristiche hardware; è opportuno considerare che uno schermo più grande implica un maggiore dispendio di risorse, e se sul piano dell’autonomia ciò è compensato dalla maggiore capacità della batteria dell’iPhone 6 Plus (2915 mah contro i 1810 dell’iPhone 6), lo stesso non si può dire su quello delle performance.

La risoluzione è di 1334 x 750 pixel sull’iPhone 6 e 1920 x 1080 pixel sull’iPhone 6 Plus.

I due melafonini sono equipaggiati con un processore A9 dual core da 1,4 Ghz a 64 Bit e da 1Gb di memoria RAM, mentre per quel che riguarda la memoria di massa, sono disponibili in tagli da 16Gb, 64Gb e 128Gb.

Accessori iPhone 6

I prodotti sono forniti di svariati sensori: GPS, accelerometro, barometro e sensore di luce ambiente, che consente di adottare automaticamente la luminosità dello schermo ottimale.

Non manca il Touch ID, integrato nel tasto Home, capace di rilevare l’impronta digitale; è stata inoltre introdotta la tecnologia NFC, che consente di effettuare pagamenti semplicemente avvicinando lo smartphone ad un POS entro un raggio di 10 cm.

La fotocamera ha un sensore di 8 MP (1,2 quella frontale), presenta un ottimo autofocus e può registrare video in alta definizione a 240 Fps.

Rispetto alle caratteristiche dei precedenti modelli, l’unica differenza sostanziale è il guadagno di mezzo stop di diaframma, che passa da f2.4 a f2.2: ciò consente tempi di scatto più brevi o la possibilità di utilizzare ISO più bassi; lo stabilizzatore ottico di immagine, grazie al quale si avranno più possibilità di ottenere foto nitide in condizioni di scarsa luminosità è presente sull’iPhone 6 Plus, ma non sull’iPhone 6.

Software iPhone 6

Sui nuovi iPhone è installato iOS 8, rilasciato in concomitanza con gli stessi.

Per quanto riguarda l’aspetto grafico, il nuovo sistema operativo non presenta sostanziali differenze rispetto al suo predecessore, mentre le prestazioni sono notevolmente migliorate, ed il nuovo hardware è in grado di sfruttarle appieno.

Effettivamente tanto su iPhone 6 quanto su iPhone 6 Plus la navigazione è sempre fluida, e anche nei processi più impegnativi non si riscontra alcun rallentamento.

Per quanto riguarda l’iPhone 6 Plus, iOS 8 presenta alcune lievi modifiche, la più evidente delle quali è la possibilità di ruotare la schermata home nel formato ‘landscape’, ovvero in orizzontale; alcune app inoltre si adattano alle maggiori dimensioni dello schermo mostrando un’interfaccia più adeguata.

Per introdurre gli utenti al display più grande, Apple ha poi integrato in entrambi i telefoni la possibilità di abbassare la schermata eseguendo un doppio ‘tap’ su un qualsiasi punto dello schermo, in modo da avere accesso a qualunque pulsante senza troppe manovre.

Prezzi iPhone 6

I prezzi dei due iPhone variano ovviamente a seconda della capacità di memoria, e sull’Apple Store Italia ammontano attualmente a 729, 839 e 949 Euro per l’iPhone 6 nelle versioni da 16, 64 e 128Gb; 839, 949 e 1.059 Euro per le tre versioni iPhone 6 Plus.

Critiche

Dopo appena poche ore dal lancio dei due dispositivi sono giunte voci riguardanti la scarsa resistenza degli stessi, che in alcuni casi si sarebbero deformati nelle tasche dei possessori; in seguito è comunque stato appurato che si trattava solo di alcuni esemplari difettosi, e che comunque il difetto era coperto da garanzia.

Se l’aumento di dimensioni dello schermo non ha soddisfatto proprio tutti, tanto che circolano indiscrezioni su un possibile lancio di un ‘iPhone 6c’ con diagonale da 4”, bisogna comunque sottolineare che, limitatamente all’iPhone 6, basta un po’ di pratica per riuscire ad utilizzarlo agevolmente con una sola mano; sebbene come già detto, i dispositivi non mostrino particolari problemi sul piano prestazionale, la quantità di RAM è rimasta invariata rispetto ai modelli precedenti, allargando il gap, su questo specifico punto, con le proposte della concorrenza.

Ciò che invece risulta quasi imperdonabile è la sporgenza dell’obbiettivo della fotocamera posteriore di qualche millimetro rispetto alla scocca, esponendolo ad eventuali urti e destabilizzando il telefono quando è poggiato su una superficie piana; ciò si sarebbe potuto evitare semplicemente aumentando lo spessore dell’iPhone 6, che però in quel caso, non si sarebbe rivelato forse lo smartphone più sottile sul mercato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *