iPhone a grattugia

Apple brevetta il nuovo iPhone “a grattugia”: ecco di cosa si tratta

Da Cupertino arriva la notizia: Apple potrebbe applicare il design del computer full tower creando l’iPhone “a grattugia”.

Vi è mai capitato di dover appoggiare lo smartphone perché troppo caldo? E se tutto potesse cambiare migliorando la scocca esterna di questi dispositivi di cui ormai non possiamo più fare a meno? Sembra proprio che Apple stia valutando nuove soluzioni per l’estetica di uno dei suoi prodotti di punta e si tratta niente po’ po’ di meno che dell’iPhone. A Cupertino, sede centrale di Apple, è stato brevettato proprio di recente un nuovo iPhone, già ribattezzato iPhone “a grattugia” per le caratteristiche della scocca esterna e del design che ricorda proprio quello dei nuovi Mac Pro. Già si parla degli svariati vantaggi che potrebbero esserci per gli smartphone di casa Apple in caso di valutazione positiva. Ecco di cosa si tratta.

iPhone con scocca “a grattugia”: come potrebbe essere

Apple è davvero pronta ad abbandonare la tradizionale scocca piana che da anni caratterizzando i famosi melafonini? A quanto pare l’azienda di Cupertino avrebbe già denominato questa innovazione “Housing construction” ossia costruzione alloggiamento per cui sarebbe più indicato l’utilizzo della scocca a nido d’ape già vista su Mac Pro e Pro Display XDR. Questa struttura decisamente affascinate è con scocca in alluminio con fori a nido d’ape ed è l’innovazione portata ai Mac Pro già da qualche tempo. Si tratta di una caratteristica estetica unica nel suo genere ma altamente ingegnosa. La decisione di applicare all’iPhone lo stesso design a reticolo che caratterizza il Mac Pro non sarebbe dunque una trovata meramente estetica e anzi, come per il potente computer, questo design sarebbe decisamente vantaggioso.

Nel nuovo brevetto contenente tutti i dettagli è stato specificato, infatti, che le ultime innovazioni nei dispositivi elettronici consentono sì elevati livelli di performance, ma molte delle soluzioni adottate per l’alloggiamento dei dispositivi non risulterebbero adatte a distribuire in modo efficace o a respingere nell’ambiente circostante il calore generato direttamente dall’elettronica. Questo sarebbe un elemento decisamente negativo per le performance dei dispositivi, determinando così l’interesse ad inserire una scocca areata anche sugli smartphone. Una scocca con apposite aperture come quella a nido d’ape o già ribattezzata “a grattugia” garantirebbe un significativo miglioramento delle prestazioni per il dispositivo elettronico e riuscirebbe a consentire l’uso di componenti o livelli operativi fin ora non utilizzabili. Da qui l’esigenza di intervenire sull’intera scocca dell’iPhone quindi sia sui bordi sia sul retro.

I vantaggi

Questa particolare struttura garantirebbe un notevole potenziamento dell’hardware interno senza doversi preoccupare di ipotetici surriscaldamenti. Se già questo sembra un notevole passo avanti va detto anche che il design “a grattugia” oltre a migliorare la dissipazione del calore nell’ambiente renderebbe il dispositivo completamente originale. A questo si aggiunge il miglioramento della presa in mano per l’utente e il potenziamento della resistenza strutturale dello stesso senza bisogno di aumentarne il peso o lo spessore.

Quando uscirà l’iPhone “a grattugia”?

Al momento non ci sono date certe e tutto è ancora in fase sperimentale. Quel che è certo è che gli iPhone 13 dovrebbero avere un design ancora identico a quello del precedente iPhone 12, anche se è già stato rilevato che i chip A14 di Iphone 12 non sfruttano completamente la loro potenza proprio a causa dei problemi dati dal surriscaldamento. Per fronteggiare questo problema la Apple sarebbe intenzionata ad apportare già alcune modiche introducendo un apposito sistema di raffreddamento a camera di vapore. Non si sa invece se già dal prossimo melafonino si opterà per modificare la scocca.

Quel che è certo dunque è che tale novità sarebbe inizialmente dedicata solo ai modelli di fascia “Pro” e chissà che non sia necessario attendere un innovativo iPhone 14? Vi piacerebbe?

apple-watch-come-funziona

Le caratteristiche del miglior Apple Watch: guida alla scelta

Gli smartwatch sono dispositivi sempre più apprezzati e ricercati soprattutto dagli appassionati di tecnologia e il motivo è abbastanza semplice: con un solo dispositivo, che si indossa come un normale orologio, è possibile tenere a portata di “polso” telefono, connessione a internet, e-mail, social network, cardiofrequenzimetro, WhatsApp, previsioni meteo, e ovviamente l’orologio. La prima azienda a cimentarsi in questa rivoluzione digitale è stata l’Apple, con il suo Apple Watch, un orologio multifunzione intelligente, capace anche di interagire con altri device tipo smartphone, pc o tablet. Il sistema operativo utilizzato da questi smartwatch, che hanno debuttato nel 2015 e negli anni si sono sempre più evoluti, è il WatchOS ed è possibile scegliere tra tanti modelli diversi quello più adatto alle proprie esigenze. Ci sono infatti Apple Watch più economici, in stile più classici oppure più chic, fino agli Apple Watch da donna.

Caratteristiche del migliore Apple Watch

Di smartwatch sul mercato ne esistono di svariate marche più o meno conosciute e di ogni fascia di prezzo. Perché allora decidere di comprare un Apple Watch che, fra tutti i modelli attualmente in circolazione, non è certamente il più economico? In questa guida spiegheremo tutte le caratteristiche e i vantaggi nello scegliere Apple Watch.

Cominciamo col dire che l’azienda produttrice consente di rendere il proprio Apple Watch ultra personale dal momento che a disposizione degli utenti c’è una vastissima scelta di stili e materiali: dagli Apple Watch più tradizionali a quelli super sportivi, fino ai modelli colorati e dal design giovanile. Ma non è solo questo particolare a rendere gli Apple Watch tra i più famosi e apprezzati smartwatch: già la Apple di per sé gode di una popolarità fortissima a livello mondiale; inoltre gli Apple Watch, costano sì di più di altri modelli, ma il prezzo è ampiamente giustificato dalla qualità, robustezza e alta affidabilità del prodotto che dura a lungo nel tempo.

Il sistema operativo WatchOS del quale sono dotati tutti gli smartwatch della Apple, è un vero vanto dell’azienda di Cupertino al pari del iOS degli iPhone e dell’OS degli iMac e dei MacBook. Anche perché tutti i sistemi operativi citati sono compatibili gli uni con gli altri e quindi estremamente agevoli nel caso in cui si posseggono più dispositivi Apple. WatchOS permette di utilizzare con molta facilità e in maniera davvero intuitiva tutte le app dello smartwatch. Dal primo Apple Watch uscito sul mercato ad oggi, sono svariate le versioni del sistema operativo che si sono succedute. L’ultima è la 6, presente nei modelli Series 3 e 5 e compatibile con iOS, permettendo così di connettere il dispositivo allo smartphone.
Semplicemente toccando lo schermo dell’Apple Watch, si accede rapidamente alle diverse applicazioni e il sistema operativo WatchOS è in genere soggetto ad aggiornamenti tranne la serie 6, che va bene esclusivamente con gli iPhone dotati di sistema operativo iOS dal 13 in poi.

Cosa si può fare con un Apple Watch?

A differenza degli smartwatch di altri brand, l’orologio intelligente della Apple è migliore sia nella qualità dei materiali di fabbricazione, sia nel design molto più elegante. Alcuni modelli presentano inoltre una cassa realizzata in un mix titanio-ceramica, e non nel solito alluminio, che conferisce all’Apple Watch un aspetto simile ai classici orologi. Il cinturino dello smartwatch tra l’altro è personalizzabile praticamente in tutti i modelli dell’orologio e lo schermo, il cosiddetto Display Retina, restituisce un’elevata gamma cromatica. La tecnologia adottata migliora di gran lunga la qualità dell’immagine ed elimina i pixel di troppo.

Per quanto riguarda le dimensioni esse variano a seconda del modello: quelli di prima serie avevano una cassa di 38/42 mm; le versioni successive arrivano a 40/44 mm. Tutti gli Apple Watch sono poi dotati di GPS e garantiscono un’ampia autonomia ed una ricarica super veloce.

Lo smartwatch della Apple permette di usufruire con un unico dispositivo di una vasta molteplicità di funzioni: è possibile infatti usarlo come un normalissimo orologio ma anche come telefono per inoltrare e ricevere chiamate e messaggi; si può poi usare WhatsApp, consultare il meteo, tenere sotto controllo e misurare i propri battiti cardiaci, ascoltare playlist musicali, impostare notifiche di eventi e tanto altro. L’ideale, specie per chi pratica sport ed ha bisogno di un dispositivo che sopperisca allo smartphone.

Considerazioni sull’acquisto del miglior Apple Watch

Quando si desidera comprare un qualsiasi prodotto occorre prestare molta attenzione a quello che si cerca, specie se si tratta di un dispositivo elettronico perché altrimenti si rischia di buttare via un bel po’ di soldi. Per acquistare il miglior Apple Watch, occorre considerare alcuni fattori, che si possono riassumere in questa lista:

  • utilizzo per il quale è destinato l’Apple Watch: è senza dubbio l’aspetto più importante perché da esso dipendono quelli successivi. Bisogna perciò capire se oltre smartwatch sarà destinato prevalentemente per le attività sportive oppure per un uso ordinario. Per lo sport infatti esistono versioni dell’Apple Watch specifiche fornite di tutte le funzionalità utili all’atleta, mentre se lo smartwatch viene indossato per il lavoro ci sono modelli più consoni ad un ufficio. Lo stesso parametro va considerato per l’estetica dell’Apple Watch dal momento che ci sono modelli dallo stile diverso, sportivo, eleganti, femminili e così via;
  • tipo di app che di solito si usano con maggiore frequenza: questo aspetto dipende ovviamente dai propri gusti personali. Si preferisce effettuare telefonate oppure scrivere e inviare messaggi? Oppure se si fa sport in casa o in palestra, tipo correre sul tapis roulant o andare sulla cyclette, si ama ascoltare la musica o guardare un filmato? Dalle app che si intendono usare dipende anche la qualità del display, perché ad esempio i modelli di Apple Watch dotati di Display Retina restituiscono un’immagine molto più definita e nitida;
  • sistema operativo installato sul proprio iPhone: acquistare il miglior Apple Watch in commercio significa scegliere un modello che sia perfettamente compatibile col proprio iPhone, altrimenti non lo si potrà sfruttare in tutte le sue potenzialità;
  • dimensioni dell’Apple Watch: per questo aspetto l’unica regola da seguire è scegliere uno smartwatch che si adatti bene al proprio polso visto che i diversi modelli non presentano notevoli divergenze in fatto di grandezza.

Dopo aver fatto tutte queste considerazioni, si dovrà cercare di capire dove acquistare il miglior Apple Watch, il nostro consiglio è quello di rivolgervi a negozi specializzati in vendita di dispositivi informatici, ad esempio, su Overly potrete trovare diversi modelli di Apple Watch a prezzi molto vantaggiosi.

Quali App utilizzare per monitorare i consumi?

Avere sotto controllo i consumi della nostra abitazione, ci permette di gestire al meglio anche la nostra situazione finanziaria, facendoci rendere conto di quando stiamo oltrepassando il limite. D’altronde si verificano molto spesso periodo in cui siamo costretti a consumare molto di più di quanto sia in realtà necessario. Un classico esempio di ciò che vi abbiamo detto è proprio l’estate, periodo in cui ventilatori e consumatori sono costantemente in funzione, anche quando non servono. Potrebbe sembrare un’attenzione inutile, tuttavia la bolletta di fine mese parla chiaro e risulta gonfiata come un palloncino. Andiamo quindi a vedere insieme delle comode App per cellulare che ci permettono di monitorare tutti i nostri consumi in tempo reale!

In collaborazione con chetariffa.it abbiamo analizzato le migliori app che permettono di analizzare i consumi della propria abitazione

Analyzer

Sicuramente una delle App più complete quando si parla di monitoraggio dei consumi, che ci ha lasciati davvero a bocca aperta. Analyzer permette di tenere sotto controllo il consumo di gas, acqua, elettricità e molto altro ancora. Una volta inseriti i valori attuali presenti sui vostri contatori, l’applicazione inizierà a calcolare i consumi giornalieri e semestrali. Uno dei più grandi punti di forza di questa applicazione, è sicuramente la possibilità di confrontare i dati e scoprire in quali periodo avete consumato di più!

Magica

Non si tratta di un’App per monitorare i consumi domestici, bensì serve a mantenere sotto controllo i dati relativi al consumo della propria automobile. Una volta collegata alla macchina in via bluetooth, Magica registrerà ogni vostra entrata nel veicolo, tutti i chilometri percorsi, ed i consumi di carburante registrati dalla centralina. Grazie alla registrazione dettagliata dei consumi, riuscirete a fare una panoramica chiara di quanto vi costa realmente fare il pieno alla macchina, e com’è possibile iniziare a risparmiare!

FuelGood

Sempre riguardante il mondo dell’automobile, che come ben sappiamo è un consumo non indifferente nelle nostre vite, FuelGood è un’App in grado di calcolare il consumo della macchina basandosi non solo sul modello e sui chilometri percorsi; ma prendendo in considerazione anche l’età del motore, il tipo di combustibile utilizzato, e la velocità media di crociera. La stima diventa così molto più precisa e dettagliata, e viene sempre accompagnata da dei brevi suggerimenti che consentono un notevole risparmio.

EnergyTracker

Questa applicazione permette di tenere sotto controllo tutti i consumi della propria abitazione, partendo da quelli riguardanti luce, acqua e gas, fino a quelli del traffico dati. Basandosi sul consumo dei contatori che dovremo impostare inizialmente, riesce a creare un rapporto di utilizzo di ciascuna risorsa, registrando le differenze riscontrare tra un mese e l’altro, e la somma di denaro che è possibile risparmiare modificando le proprie abitudini di vita. Un’applicazione sicuramente molto utile per chi sta cercando una via efficacie per mettere da parte qualche soldo senza dover necessariamente cambiare drasticamente le proprie abitudine. Anche EnergyTracker, come tutte le altre App analizzate in precedenza, puo’ essere scaricata sia su Android che Ios.

5 app che tutti dovrebbero avere nel proprio smartphone

Avete recentemente acquistato un cellulare, lo avete aggiornato e programmato a vostro piacimento e ora non sapete quali App scaricare per connettervi con i vostri amici, passare del tempo giocando con il vostro telefonino o semplicemente scaricare musica e guardare video?

Non temete, con questa guida vi diremo quali sono le cinque App che non possono assolutamente mancare nel vostro smartphone.

Tralasciando le App che potrebbero essere preinstallate come Facebook o YouTube, o le più celebri come Instagram e Telegram, le App che vi consigliamo oggi sono di vario genere, ma tutte utili a modo loro.

La prima App che consigliamo è senza ombra di dubbio Netflix.

Celebre piattaforma streaming di Film, Serie Tv o documentari, quest’App non potrà mancare sul vostro smartphone.
Siete seduti ad aspettare un mezzo pubblico che tarda ad arrivare o siete nel bel mezzo di un viaggio verso una meta lontana?

Quale mezzo migliore per passare il tempo di un bel film coinvolgente o di una serie tv appassionante?

Per potervi accedere vi basterà semplicemente scaricare e installare l’App sul vostro dispositivo e avere un’abbonamento attivo e collegato al vostro cellulare, avrete quindi la possibilità di vedere in streaming via internet quel che più preferite, in alternativa potrete prima scaricarvi il materiale e poi vedervelo offline.

La seconda applicazione consigliata è quella di TripAdvisor.

Questa particolare App è consigliatissima per chi sta organizzando un viaggio o sta cercando un buon ristorante per per una cena indimenticabile.

Qui infatti potrete leggere o scrivere recensioni di ristoranti, Hotel, bed and breakfast, prenotazioni varie e tutto quel che concerne i viaggi.

Potrete quindi scegliere il posto più adatto a voi leggendo le numerosissime recensioni e valutazioni fatte dagli utenti sui luoghi che state cercando, potrete inoltre condividere opinioni e pareri nell’apposito forum interattivo.

La terza App che non può mancare nel vostro dispositivo mobile è Shazam, un’applicazione che vi permetterà di trovare il titolo, l’autore e l’album di qualsiasi canzone o melodia, il tutto grazie ad una manciata di secondi di ascolto.

State guardando un video su youtube e di sottofondo sentite una canzone che vi colpisce ma non riuscite a trovarne il titolo? Shazam!

Accendete la radio e vi capita di ascoltare un pezzo meraviglioso che però è già stato presentato? Shazam!

Per far funzionare l’App vi basterà attivarla e farle ascoltare acuni secondi di canzone, e in un lampo avrete il vostro titolo.

La quarta App consigliata è Spotify, applicazione che permette di ascoltare brani musicali appartenenti a varie case discografiche, etichette e album.

Potrete usufruire di questa App in due versioni: quella gratuita e quella a pagamento; la versione a pagamento rimuove alcune limitazioni presenti nella versione gratuita come la pubblicità, vi permetterà inoltre di ascoltare i vostri brani senza dover restare connessi alla rete.

L’ultima App che vi proponiamo è quella di Amazon Shopping.

Com’è facile intuire, con quest’app potrete fare acquisti online tramite Amazon direttamente da telefonino, in maniera chiara, rapida e sicura.

Privacy, GDPR e tutto quello che devi sapere sulle nuove normative

In base a quello che è previsto da quello che è la nuova normativa, bisogna osservare e adempire delle operazioni ben precise.

Infatti questa prevede, di dover contenere, quelli che devono essere dei dati ben precisi, che dovranno essere inseriti obbligatoriamente, in quello che è il testo nella nuova informativa, e che sono i dati di contatto, cioè quelli del responsabile, chi viene designato come membro a capo di quella che è la protezione dei dati all’interno dell’attività,
nonché, di tutte quelle che sono le mansioni e i vari elementi, che si occupano della gestione dell’azienda stessa.

Alcune di quelle che sono le informazioni necessarie, che bisogna tenere in considerazione, troviamo ad esempio, lo stabilire il periodo, in cui questi dovranno essere archiviati e dei particolari criteri fissati, in cui questi debbano essere ricontrollati e aggiornati.

Bisognerà poi redigere, quello che un diritto al reclamo, per essere esposto all’autorità di controllo.

Questo documento, deve essere scritto in modo tale, che possa essere il più sintetico e conciso possibile, deve essere facilmente applicabile e leggibile, essendo facilmente accessibile, quindi posizionato in un posto, dove possa essere subito recuperato, in caso di esigenza.

Quella che è informativa della privacy per l’anno 2019, dovrà essere redatta per iscritto, anche se preferibilmente, si potrà applicare, anche a livello elettronico, soprattutto se si lavora, in quelli che sono contesti di servizio online.

Tutto ciò deve essere preparato con la massima cura, altrimenti sono previste notevoli sanzioni, per chi non si adegua, con multe, che possono arrivare dai 6 fino ai 36000 euro.

Se si sta parlando di aziende con grossi fatturati, anche internazionali, gli importi possono essere anche più importanti ed arrivare sino ai 20 milioni di euro.

Si applica quindi, quella che è la necessità, di dover tener presente, qualsiasi aspetto di questa nuova normativa.

Ovvio è, che questo non è per niente semplice, visto che questa è ricca di elementi da dover considerare e da dover applicare.

Ma per fortuna, ci sono degli elementi aziendali, che sono in grado, di darci una notevole mano, nel raggiungimento di questo obiettivo, e di poterlo fare, togliendoci quindi a noi, quello che è un grosso grattacapo.

Tra queste troviamo, l’azienda Saltech, che fornisce quello che è un personale altamente qualificato, che sarà in grado, di accompagnarci passo passo, fino al raggiungimento del nostro obiettivo, così che ogni aspetto della nostra azienda o della nostra persona, possa essere conforme a livello completo a ciò che lo Stato richiede.

Questo ci permetterà, di avere la garanzia è la tranquillità, di operare nella maniera più pulita possibile, quindi che possiamo concentrarci sul nostro lavoro e sulle nostre attività, senza avere addosso, quella che è la preoccupazione o l’ansia, di eventuali controlli che dovessero esserci fatti, con il rischio, di incorrere, come abbiamo visto, in quelle che sono sanzioni particolarmente pesanti, oltre che vederci anche annullato, quello che è il notevole dispendio di tempo e di energie, che l’applicazione di questa normativa comporta a livello personale, ma anche livello aziendale, con una diminuzione di quello che può essere il fatturato.

Un elemento dunque, che può essere essenziale e necessario, per poter proseguire in quella che è nostra attività, nella maniera migliore possibile, essendo in regola sotto tutti i punti di vista applicabili.

 

Da YouTube a Mac: ecco come scaricare rapidamente video in ogni formato

Non riuscite a stare lontani da YouTube nemmeno un giorno? È comprensibile, d’altra parte si tratta della piattaforma di video sharing più famosa in tutto il mondo. Anche dai luoghi più sconosciuti, infatti, arrivano filmati su ogni tipo di attività. La gente, ormai, è sempre più abituata a raccontarsi diffondendo dei filmati che ritraggono dei momenti della propria vita. Non solo, visto che vengono immortalate anche scene divertenti, il rapporto con ii figli piuttosto che con gli animali (e qui la fanno da padrone cani e gatti). YouTube, inoltre, è il posto perfetto anche potersi gustare della buona musica, vedere dei trailer dei film e così via. In men che non si dica, questa piattaforma si è trasformata in parte integrante della nostra vita.

Insomma, capita di entrare su YouTube per dare un’occhiata rapidamente ad un video e di passarci poi mezz’ora perché abbiamo trovato dei filmati troppo interessanti che non potevamo fare a meno di vedere. È normale, quindi, volerlo scaricare in modo tale da potergli dare un’occhiata ogni qualvolta si desideri. Sul web ci sono tante soluzioni per svolgere tale operazioni: scopri come salvare i video da YouTube sul computer in modo semplice e rapido grazie a quello che si può definire come uno dei software più efficaci che ci sono in circolazione. Tanti utenti che utilizzano i prodotti Apple, infatti, vanno tante volte alla ricerca sui principali motori di ricerca di un valido programma che possa effettuare il download dei video dalla piattaforma di YouTube. Attenzione, non è un sistema legale, visto che si va a violare il copyright della persona che ha creato e caricato il filmato: quindi, prima di effettuare il download è sempre meglio contattare l’utente proprietario del video per avvisarlo e ricevere l’ok.

Airy, a prima vista, potrebbe sembrare uno dei tanti programmi che permettono di scaricare video da YouTube. Invece no, si differenzia dagli altri per via del fatto che è affidabile e sicuro e offre davvero tante utili soluzioni. Ad esempio, permette di scaricare intere playlist di canzoni, così come di veri e proprio canali da YouTube sul proprio computer Mac. Uno dei punti di forza di questo software è indubbiamente legato alla possibilità di effettuare il download di vari link in contemporanea. L’interfaccia è decisamente user-friendly e permette di svolgere tali operazione in modo rapido e pratico. Tra le impostazioni proposte, c’è quella relativa alla qualità del video da scaricare, così come al formato del file di download.  Nel caso in cui vogliate solo ed esclusivamente la traccia audio, allora chiaramente dovrete indicare il formato MP3 in fase di download. Il pregio di affidarsi ad Airy deriva dal fatto che il download non pregiudica in alcun modo la qualità del filmato, così come l’audio dello stesso. E se doveste decidere di effettuare il download di Airy e integrarlo direttamente nel browser che usate per navigare sul web, allora l’operazione di download diventerà davvero più che un gioco da ragazzi e sarà, soprattutto, estremamente rapida.

App per gestire il tempo, funzionano?

Gestire il tempo è una delle cose più difficili della nostra epoca. Il nostro stile di vita, negli ultimi anni, si è molto modificato, assumendo ritmi sempre più rapidi. Siamo subissati dagli impegni, il tempo non ci basta mai, e quando perdiamo il ritmo, trascurando alcune incombenze, il senso di fallimento e un forte calo dell’autostima prendono il sopravento. Oggi però, grazie alla tecnologia, disponiamo di numerose app per gestire il tempo e a trovare il modo per incastrare tutti gli impegni senza perderne nemmeno uno.

App per gestire il tempo, come ti modificano la vita

Il lavoro, la palestra dei bambini, la spesa per i genitori, la riunione del condominio, ritirare gli abiti dalla tintoria, sono tutte cose che fanno parte della nostra quotidianità e che scandiscono i ritmi sempre più frenetici delle nostre giornate. Ci carichiamo di impegni, ma spesso capita che non riusciamo a mantenerli. Delle volte sovrastimiamo le nostre possibilità, delle volte, semplicemente, non riusciamo a stabilire un ordine di priorità e ci perdiamo.

Per venirci in aiuto sono state create diverse app per iPhone, per avere sempre con sé l’organizzazione della giornata. Si tratta di app che aiutano a suddividere la giornata in diversi momenti, o a blocchi di due o tre ore, o a stabilire un piano di priorità delle nostre incombenze. La domanda però è: funzionano? Tecnicamente sì, ma non è sempre tutto così facile perché non è solo una questione di determinazione.

Perché dopo un po’ si perde il ritmo

Le app per gestire il tempo funzionano, ma dopo un po’ comunque perdiamo nuovamente il ritmo, perché? Perché una volta che ci rendiamo conto di essere in gradi di prendere il controllo sul nostro tempo, ci oberiamo di nuovi altri impegni. Tentiamo di superare noi stessi, vogliamo dimostrare a noi e agli altri che siamo in grado di fare ancora di più. Ma non ci si può super impegnare per molto tempo, perché, appunto, il risultato poi è quello che abbiamo detto: si finisce con il perdere pezzi per strada.

La soluzione quindi è quella di non lasciarsi prendere la mano, Tutto sta nel capire che le app servono non per organizzare il nostro tempo in funzione degli impegni lavorativi, ma al contrario, per gestire il nostro tempo lavorativo attorno al nostro tempo quotidiano. Solo in questo modo non si rischia di perdere di vista l’importanza di avere sotto controllo il proprio tempo, incluso quello libero e da dedicare alla famiglia.

I gestionali per le aziende

Discorso a parte meritano i gestionali e i dispositivi delle aziende, come quelli di Net System Srl, che aiutano le aziende sì a gestire e organizzare il tempo, ma che sono notevolmente flessibili e permettono di essere adattati a qualsiasi attività aziendale. La differenza con le app personali sta proprio li, infatti: un gestionale è studiato e applicato sulle concrete necessità di ciascun’azienda e può essere personalizzato, al contrario delle app che invece, solitamente, nascono da un problema che ha voluto risolvere per se stesso lo sviluppatore e che quindi non sempre si adattano perfettamente alla persona che le utilizza.

Dispositivi Apple per aziende: finanziamento con leasing o noleggio

Il numero delle aziende che utilizza i prodotti Apple è in continuo aumento.

Del resto, i prodotti  della nota azienda, dal Mac, all’iPad passando per i vari software e accessori sono tra i migliori presenti sul mercato e si differenziano dagli altri per la loro facilità di utilizzo connessa ad una rapidità delle operazioni da svolgere.

Tutto ciò implica un taglio nei tempi di produzione, a fronte di un aumento maggiore dei lavori da poter effettuare.

Non a caso, anche quando si chiede agli esperti del settore un parere circa i migliori dispositivi da utilizzare per le proprie attività, qualsiasi consulente computer vi indicherà i prodotti Apple.

Ciò è dovuto anche al fatto che negli ultimi anni, la ben nota melina ha deciso di attivare un’offerta di noleggio e finanziamento per le imprese di tutti i suoi prodotti.

Come noleggiare i prodotti Apple

Diventa quindi possibile poter finanziare iPad, Mac, smartphone aziendali, software, accessori e altri prodotti che sono necessari allo sviluppo delle attività lavorative della propria società o piccola impresa.

Il tutto può avvenire per mezzo di due differenti modalità di pagamento:

  • noleggio delle attrezzature,
  • leasing finanziario.

Mentre il noleggio consente di suddividere i costi in base ad una durata che viene scelta da colui che acquista a partire da 12 mesi, potendo inoltre rinnovare se si vorrà allo scadere del contratto tutti quegli strumenti Apple utilizzati, la seconda invece permette di spalmare il costo su 30 mesi, ottenendo così al termine del contratto, la piena proprietà dei prodotti.

Maggiori dettagli inerenti al finanziamento si possono trovare sul sito della Apple insieme ad alcuni esempi.

Per quanto riguarda il leasing prendendo il caso dell’importo minimo finanziabile e cioè di € 1.000,00 + IVA, è possibile suddividere il pagamento attraverso 30 rate mensili a partire da € 33,30 + IVA.

Il costo del noleggio è comprensivo anche di assicurazione furto e incendio.

Vi sono ovviamente delle spese di apertura della pratica da far fronte ma non sono eccessive; parliamo infatti di circa € 50,00 + IVA.

Allo scadere del contratto, come già affermato, si può riscattare il bene per un importo pari al 10% del suo costo originario.

Il TAEG dell’esempio in questione è del 13,33% mentre il TAN è di 6,72%.

Invece, per poter noleggiare degli apparecchi Apple l’importo minimo finanziabile è di circa € 500,00 + IVA.

Con quei beni dal valore di € 1.000,00 è possibile invece poter rateizzare il costo attraverso 24 canoni da € 40,62 ; il canone include sempre l’assicurazione incendio, furto e danno e in questo caso non sono previste spese di apertura della pratica.

Bisogna però sottolineare che questa tipologia di promozione viene riservata soltanto a coloro che posseggono partita Iva da più di tre anni, cioè i cosiddetti “clienti Business”, oppure ci si può sempre rivolgere ad un centro Apple e verificare con loro il tipo di offerta valida per la propria attività.

A chi rivolgersi per sostituire il vetro dell’iPhone a Bologna

L’iPhone è uno dei dispositivi più gettonati in commercio; la sua particolare tecnologia riesce sempre a stupire e non lascia l’utenza indifferente. Il suo prezzo non proprio popolare spesso non scoraggia alcun acquirente, anzi, spesso si assiste ad attese spasmodiche e code chilometriche. Il costo però, lo colloca fra i beni a cui tenere in modo particolare, anche perché molti sono costretti ad acquistarlo a rate.
Essendo un telefono come altri, può cadere in terra e subire danni; il più classico è purtroppo la rottura del vetro. Certo, se si rompe uno smartphone, spesso conviene acquistarne un altro, ma l’iPhone è opportuno ripararlo.

Cosa fare se si rompe il vetro dell’iPhone

In questo caso non si può fare molto, se non recarsi in un centro autorizzato e farselo riperare; considerato l’elevato numero di casi, al giorno d’oggi sono in molti ad aver aperto piccoli centri dedicati alla riparazione di questi dispositivi.

In ogni città è possibile trovare un centro autorizzato Apple che si occupi di tutte le riparazioni del caso, siano per cause fortuite o per cause da imputare a difetti di fabbrica.

A Bologna, ci si può rivolgere ad uno dei negozi più organizzati presente sul territorio nazionale. Il sito di riferimento è Bolognacomputer.it, dove è possibile notare fin dalla prima navigazione su di esso, la moltitudine di opportunità offerte a tutti i clienti Apple ed appassionati in informatica di tutte le età.

Il laboratorio è attrezzato per eseguire ogni tipo di riparazione sui dispositivi Apple, siano essi iPhone o iPad; vengono riparati anche tutti i Mac nonché tutti pc in generale di tutte le marche possibili, qualunque sia la composizione, qualunque sia la scheda video o il processore utilizzato.

Un’attività completa e certificata

Questo team di professionisti elettrotecnici sono qualificati MCP, sigla che significa Microsoft Certified Professional, certificazione che ne dimostra le capacità, che permettono a loro di poter intervenire su qualsiasi dispositivo elettronico, compresi monitor e televisori.

Per tutti i prodotti Apple l’azienda di Bologna effettua tutte le riparazioni, e fra di esse la sostituzione del vetro, in poco tempo e con prodotti di grande qualità, in modo da scongiurare il più possibile ulteriori rotture.

L’iscrizione al MEPA

Il MEPA, a cui l’azienda bolognese è iscritta, è il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione.
Questo mercato virtuale genera convenienza per tutti e facilita notevolmente le procedure, in quanto funziona un po’ come un mercato in piazza, dove ognuno fa la sua offerta e riceve delle proposte; possono aderire ad esso tutte le istituzioni statali, comprese le scuole e gli ospedali.

Tutti gli enti partecipanti al MEPA possono ricevere offerte personalizzate su molti oggetti, e decidere per l’eventuale acquisto. In questo modo viene eliminata tutta la burocrazia che ha sempre contraddistinto le transazioni di questo tipo che coinvolgono questi enti.