cover iphone

Cover iPhone: come scegliere la migliore?

Tutti i modelli di iPhone posseggono naturalmente un fascino insito non solo nelle linee, ma anche nei colori. Le prime, inconfondibili e pulite, sono ormai diventate un marchio distintivo della mela morsicata. I colori, poi, sono sempre stati il giusto e perfetto compromesso tra colore e quella sobria eleganza che non passa mai di moda. Perfino nei modelli iPhone 5c, con i loro colori sgargianti e allegri, riuscivano ad avere la loro classe.

Eppure, a volte una cover iPhone può essere un accessorio per smartphone che non serve esclusivamente a conferirgli un aspetto diverso, ma anche a proteggerlo. Le esigenze, però, non sono di certo le stesse per tutte, e l’ideale sarebbe riuscire a coniugare aspetto esteriore a protezione. Come fare, quindi, per scegliere la miglior cover iPhone tra le tantissime in commercio? Ecco una breve panoramica su quello che offre il mercato.

I tipi di cover iPhone

Forse non ci abbiamo mai fatto caso o riflettuto più di tanto, ma esistono tantissimi tipi di cover per iPhone tra cui scegliere. Al di là dell’infinita varietà di disegni a disposizione, anche le caratteristiche tecniche possono differire in modo consistente. Per esempio, tra le cover iPhone “leggere”, troviamo:

  • custodia a guanto: si tratta di semplici cover in tessuto che hanno perlopiù una funzione estetica. Proteggono poco o niente lo smartphone dagli urti, ma possono tornare utili per evitare di graffiarlo accidentalmente mentre lo teniamo in borsa o in tasca.
  • custodia in silicone o poliuretano termoplastico: leggermente più protettiva rispetto a quella a guanto, specialmente quando presenta degli speciali rinforzi in corrispondenza degli angoli. Questo è il tipo (in particolare in silicone) di cover più venduto e diffuso in quanto è facilmente personalizzabile e dal costo decisamente basso.

Tra le cover più resistenti, troviamo invece:

  • custodia in policarbonato: queste sono simili a quelle in silicone per dimensioni e spessore, ma al contrario di queste ultime sono rigide anziché flessibili. Proprio a causa della loro rigidità possono essere più deleterie che utili in caso di caduta accidentale dello smartphone.
  • custodia a portafoglio: queste sono le cover più scelte da chi ama la praticità. Solitamente sono realizzate in materiali morbidi come tessuto o, nei casi più lussuosi, in pelle pregiata. Oltre a proteggere la parte posteriore dello smartphone, sono infatti dotate di una sorta di copertina che protegge anche il lato anteriore. Al loro interno presentano delle tasche dove poter alloggiare le carte (codici fiscale, carta di credito, eccetera), come un vero e proprio portafoglio appunto. In più, il lato anteriore può presentarsi dello stesso colore e materiale del resto della cover iPhone, oppure essere dotato di apposite “finestrelle” per leggere il nome di chi ci sta chiamando senza dover aprire la custodia. La chiusura, infine, può essere magnetica o con bottone a pressione (meno pratica). Benché questo tipo di custodia possa risultare molto elegante, non tutti la trovano particolarmente pratica. Inoltre, il “dorso” della cover, essendo soggetto a un movimento ripetuto, è destinato a usurarsi con velocità.
  • custodia rugged: con questa custodia potrete smettere di temere ogni tipo di caduta del vostro smartphone. Le dimensioni sono più impegnative rispetto alle precedenti custodie che abbiamo preso in esame. Solitamente comprendono sia una parte anteriore che una posteriore, che si uniscono a incastro per ridurre al minimo i danni da urto. In più, alcuni modelli di cover iPhone rugged includono anche una protezione per il vetro dello schermo dello smartphone. Se da una parte è vero che questo tipo di custodie sono particolarmente efficaci, dall’altra è anche vero che non sono propriamente belle da vedere. Fortunatamente, sempre più spesso le custodie rugged presentano colori e disegni accattivanti, che tentano di coniugare l’aspetto estetico e quello funzionale.

iphone-ricondizionati

iPhone ricondizionati: perché convengono di più

L’acquisto di prodotti ricondizionati è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Questi dispositivi sono solitamente resi da clienti che hanno rilevato un malfunzionamento o un guasto di fabbrica, sia internamente che esteticamente. L’azienda o il negozio, per evitare ulteriori perdite, lo ripara e lo rimette in vendita. Per incentivare il tuo acquisto vengono proposti a un prezzo inferiore.

Esistono diverse aziende e negozi che offrono dispositivi ricondizionati. La stessa Apple ha una sezione nel suo negozio online dedicata a questo genere di prodotti. Questi prodotti possono essere forniti con una confezione non originale o con tutti gli accessori . Tuttavia, devi stare attento a dove lo acquisti, perché molti acquirenti li vendono come ricondizionati quando in realtà sono di seconda mano.

Questo è uno dei motivi per cui è importante acquistarli da un commerciante affidabile. Quando possibile, maggiori informazioni dovrebbero essere richieste al venditore come fotografie dettagliate per constatare lo stato del dispositivo in questione. Va anche tenuto presente che non sempre vale la pena acquistare questi dispositivi perché può capitare il caso che con un po’ più di denaro si possano acquistare cellulari nuovi piuttosto che iPhone ricondizionati.

Scegliete i migliori e-commerce dove comprare iPhone ricondizionati per risparmiare comprando un prodotto simile al nuovo.

Caratteristiche iPhone ricondizionati

Confezione

La confezione in cui arrivano i dispositivi ricondizionati può essere quella originale, come quella che acquisteremmo quando si tratta di un dispositivo totalmente nuovo, neutra oppure una “normale” scatola bianca che contiene il prodotto. Potrebbe anche essere il caso che la confezione sia quella originale ma che abbia qualche danno. A priori, il tipo di imballaggio utilizzato non dovrebbe rappresentare un problema per gli utenti a meno che qualcuno non abbia l’esigenza di conservare la confezione originale per scopi di raccolta o collezionismo.

Garanzia

La garanzia per i prodotti ricondizionati non è sempre di due anni. Dipende più da dove lo acquisti. Ad esempio, su Amazon è di 1 anno, ma può variare in base al sito o al negozio dove lo acquisterai. Questo è solitamente specificato nella descrizione riguardante l’articolo e difficilmente incorrerai in brutte sorprese. 

Stato del prodotto

I dispositivi ricondizionati, per definizione, sono quelli che sono stati restituiti dagli acquirenti al negozio o al produttore perché hanno riscontrato un difetto estetico, un malfunzionamento o perché semplicemente non erano soddisfacenti per il cliente. I gestori poi li riparano e li rimettono in vendita ad un prezzo inferiore. Tuttavia, spesso anche i prodotti di seconda mano vengono spesso venduti come ricondizionati e diversi negozi hanno creato le proprie regole di classificazione in base alle loro condizioni.

Se non è chiaro quale sia lo stato del dispositivo attraverso la descrizione del venditore, è meglio richiedere maggiori informazioniprima di procedere con l’acquisto. Quando possibile, chiedi fotografie che ne mostrino l’aspetto estetico per verificare che il dispositivo sia integro.

Comunicazione con il venditore

Come regola generale, è meglio acquistare prodotti ricondizionati in negozi di fiducia, perché per qualsiasi problema di funzionamento sappiamo che sarà coperto grazie alla garanzia. E non dovrebbe essere un problema contattare negozi affidabili tramite indirizzo e-mail o un numero di telefono di contatto. Non è consigliabile acquistare prodotti ricondizionati da venditori privati ​​perché le condizioni effettive del dispositivo e la sua provenienza sono davvero sconosciute e non avresti alcuna garanzia in caso di malfunzionamenti successivi all’acquisto.

Nell’epoca digitale che stiamo attraversando, gli e-commerce e i rivenditori di iPhone ricondizionati online non si contano più e offrono vetrine virtuali dove scegliere il vostro dispositivo preferito e ordinarlo direttamente da casa. Colossi come Amazon e Ebay non hanno bisogno di presentazioni e ti offriranno tutte le tutele del caso oltre ad un servizio clienti attento e puntuale ed alla garanzia. Nel caso vi affidaste a negozi online meno conosciuti sarà il caso di cercare notizie sul rivenditore, leggere i feedback degli acquirenti e verificarne l’affidabilità.

Sia che tu voglia acquistare il nuovo iPhone, sia che tu voglia acquistare un modello vecchio, la scelta di un prodotto ricondizionato potrà rivelarsi vincente.

iPhone a grattugia

Apple brevetta il nuovo iPhone “a grattugia”: ecco di cosa si tratta

Da Cupertino arriva la notizia: Apple potrebbe applicare il design del computer full tower creando l’iPhone “a grattugia”.

Vi è mai capitato di dover appoggiare lo smartphone perché troppo caldo? E se tutto potesse cambiare migliorando la scocca esterna di questi dispositivi di cui ormai non possiamo più fare a meno? Sembra proprio che Apple stia valutando nuove soluzioni per l’estetica di uno dei suoi prodotti di punta e si tratta niente po’ po’ di meno che dell’iPhone. A Cupertino, sede centrale di Apple, è stato brevettato proprio di recente un nuovo iPhone, già ribattezzato iPhone “a grattugia” per le caratteristiche della scocca esterna e del design che ricorda proprio quello dei nuovi Mac Pro. Già si parla degli svariati vantaggi che potrebbero esserci per gli smartphone di casa Apple in caso di valutazione positiva. Ecco di cosa si tratta.

iPhone con scocca “a grattugia”: come potrebbe essere

Apple è davvero pronta ad abbandonare la tradizionale scocca piana che da anni caratterizzando i famosi melafonini? A quanto pare l’azienda di Cupertino avrebbe già denominato questa innovazione “Housing construction” ossia costruzione alloggiamento per cui sarebbe più indicato l’utilizzo della scocca a nido d’ape già vista su Mac Pro e Pro Display XDR. Questa struttura decisamente affascinate è con scocca in alluminio con fori a nido d’ape ed è l’innovazione portata ai Mac Pro già da qualche tempo. Si tratta di una caratteristica estetica unica nel suo genere ma altamente ingegnosa. La decisione di applicare all’iPhone lo stesso design a reticolo che caratterizza il Mac Pro non sarebbe dunque una trovata meramente estetica e anzi, come per il potente computer, questo design sarebbe decisamente vantaggioso.

Nel nuovo brevetto contenente tutti i dettagli è stato specificato, infatti, che le ultime innovazioni nei dispositivi elettronici consentono sì elevati livelli di performance, ma molte delle soluzioni adottate per l’alloggiamento dei dispositivi non risulterebbero adatte a distribuire in modo efficace o a respingere nell’ambiente circostante il calore generato direttamente dall’elettronica. Questo sarebbe un elemento decisamente negativo per le performance dei dispositivi, determinando così l’interesse ad inserire una scocca areata anche sugli smartphone. Una scocca con apposite aperture come quella a nido d’ape o già ribattezzata “a grattugia” garantirebbe un significativo miglioramento delle prestazioni per il dispositivo elettronico e riuscirebbe a consentire l’uso di componenti o livelli operativi fin ora non utilizzabili. Da qui l’esigenza di intervenire sull’intera scocca dell’iPhone quindi sia sui bordi sia sul retro.

I vantaggi

Questa particolare struttura garantirebbe un notevole potenziamento dell’hardware interno senza doversi preoccupare di ipotetici surriscaldamenti. Se già questo sembra un notevole passo avanti va detto anche che il design “a grattugia” oltre a migliorare la dissipazione del calore nell’ambiente renderebbe il dispositivo completamente originale. A questo si aggiunge il miglioramento della presa in mano per l’utente e il potenziamento della resistenza strutturale dello stesso senza bisogno di aumentarne il peso o lo spessore.

Quando uscirà l’iPhone “a grattugia”?

Al momento non ci sono date certe e tutto è ancora in fase sperimentale. Quel che è certo è che gli iPhone 13 dovrebbero avere un design ancora identico a quello del precedente iPhone 12, anche se è già stato rilevato che i chip A14 di Iphone 12 non sfruttano completamente la loro potenza proprio a causa dei problemi dati dal surriscaldamento. Per fronteggiare questo problema la Apple sarebbe intenzionata ad apportare già alcune modiche introducendo un apposito sistema di raffreddamento a camera di vapore. Non si sa invece se già dal prossimo melafonino si opterà per modificare la scocca.

Quel che è certo dunque è che tale novità sarebbe inizialmente dedicata solo ai modelli di fascia “Pro” e chissà che non sia necessario attendere un innovativo iPhone 14? Vi piacerebbe?

apple-watch-come-funziona

Le caratteristiche del miglior Apple Watch: guida alla scelta

Gli smartwatch sono dispositivi sempre più apprezzati e ricercati soprattutto dagli appassionati di tecnologia e il motivo è abbastanza semplice: con un solo dispositivo, che si indossa come un normale orologio, è possibile tenere a portata di “polso” telefono, connessione a internet, e-mail, social network, cardiofrequenzimetro, WhatsApp, previsioni meteo, e ovviamente l’orologio. La prima azienda a cimentarsi in questa rivoluzione digitale è stata l’Apple, con il suo Apple Watch, un orologio multifunzione intelligente, capace anche di interagire con altri device tipo smartphone, pc o tablet. Il sistema operativo utilizzato da questi smartwatch, che hanno debuttato nel 2015 e negli anni si sono sempre più evoluti, è il WatchOS ed è possibile scegliere tra tanti modelli diversi quello più adatto alle proprie esigenze. Ci sono infatti Apple Watch più economici, in stile più classici oppure più chic, fino agli Apple Watch da donna.

Caratteristiche del migliore Apple Watch

Di smartwatch sul mercato ne esistono di svariate marche più o meno conosciute e di ogni fascia di prezzo. Perché allora decidere di comprare un Apple Watch che, fra tutti i modelli attualmente in circolazione, non è certamente il più economico? In questa guida spiegheremo tutte le caratteristiche e i vantaggi nello scegliere Apple Watch.

Cominciamo col dire che l’azienda produttrice consente di rendere il proprio Apple Watch ultra personale dal momento che a disposizione degli utenti c’è una vastissima scelta di stili e materiali: dagli Apple Watch più tradizionali a quelli super sportivi, fino ai modelli colorati e dal design giovanile. Ma non è solo questo particolare a rendere gli Apple Watch tra i più famosi e apprezzati smartwatch: già la Apple di per sé gode di una popolarità fortissima a livello mondiale; inoltre gli Apple Watch, costano sì di più di altri modelli, ma il prezzo è ampiamente giustificato dalla qualità, robustezza e alta affidabilità del prodotto che dura a lungo nel tempo.

Il sistema operativo WatchOS del quale sono dotati tutti gli smartwatch della Apple, è un vero vanto dell’azienda di Cupertino al pari del iOS degli iPhone e dell’OS degli iMac e dei MacBook. Anche perché tutti i sistemi operativi citati sono compatibili gli uni con gli altri e quindi estremamente agevoli nel caso in cui si posseggono più dispositivi Apple. WatchOS permette di utilizzare con molta facilità e in maniera davvero intuitiva tutte le app dello smartwatch. Dal primo Apple Watch uscito sul mercato ad oggi, sono svariate le versioni del sistema operativo che si sono succedute. L’ultima è la 6, presente nei modelli Series 3 e 5 e compatibile con iOS, permettendo così di connettere il dispositivo allo smartphone.
Semplicemente toccando lo schermo dell’Apple Watch, si accede rapidamente alle diverse applicazioni e il sistema operativo WatchOS è in genere soggetto ad aggiornamenti tranne la serie 6, che va bene esclusivamente con gli iPhone dotati di sistema operativo iOS dal 13 in poi.

Cosa si può fare con un Apple Watch?

A differenza degli smartwatch di altri brand, l’orologio intelligente della Apple è migliore sia nella qualità dei materiali di fabbricazione, sia nel design molto più elegante. Alcuni modelli presentano inoltre una cassa realizzata in un mix titanio-ceramica, e non nel solito alluminio, che conferisce all’Apple Watch un aspetto simile ai classici orologi. Il cinturino dello smartwatch tra l’altro è personalizzabile praticamente in tutti i modelli dell’orologio e lo schermo, il cosiddetto Display Retina, restituisce un’elevata gamma cromatica. La tecnologia adottata migliora di gran lunga la qualità dell’immagine ed elimina i pixel di troppo.

Per quanto riguarda le dimensioni esse variano a seconda del modello: quelli di prima serie avevano una cassa di 38/42 mm; le versioni successive arrivano a 40/44 mm. Tutti gli Apple Watch sono poi dotati di GPS e garantiscono un’ampia autonomia ed una ricarica super veloce.

Lo smartwatch della Apple permette di usufruire con un unico dispositivo di una vasta molteplicità di funzioni: è possibile infatti usarlo come un normalissimo orologio ma anche come telefono per inoltrare e ricevere chiamate e messaggi; si può poi usare WhatsApp, consultare il meteo, tenere sotto controllo e misurare i propri battiti cardiaci, ascoltare playlist musicali, impostare notifiche di eventi e tanto altro. L’ideale, specie per chi pratica sport ed ha bisogno di un dispositivo che sopperisca allo smartphone.

Considerazioni sull’acquisto del miglior Apple Watch

Quando si desidera comprare un qualsiasi prodotto occorre prestare molta attenzione a quello che si cerca, specie se si tratta di un dispositivo elettronico perché altrimenti si rischia di buttare via un bel po’ di soldi. Per acquistare il miglior Apple Watch, occorre considerare alcuni fattori, che si possono riassumere in questa lista:

  • utilizzo per il quale è destinato l’Apple Watch: è senza dubbio l’aspetto più importante perché da esso dipendono quelli successivi. Bisogna perciò capire se oltre smartwatch sarà destinato prevalentemente per le attività sportive oppure per un uso ordinario. Per lo sport infatti esistono versioni dell’Apple Watch specifiche fornite di tutte le funzionalità utili all’atleta, mentre se lo smartwatch viene indossato per il lavoro ci sono modelli più consoni ad un ufficio. Lo stesso parametro va considerato per l’estetica dell’Apple Watch dal momento che ci sono modelli dallo stile diverso, sportivo, eleganti, femminili e così via;
  • tipo di app che di solito si usano con maggiore frequenza: questo aspetto dipende ovviamente dai propri gusti personali. Si preferisce effettuare telefonate oppure scrivere e inviare messaggi? Oppure se si fa sport in casa o in palestra, tipo correre sul tapis roulant o andare sulla cyclette, si ama ascoltare la musica o guardare un filmato? Dalle app che si intendono usare dipende anche la qualità del display, perché ad esempio i modelli di Apple Watch dotati di Display Retina restituiscono un’immagine molto più definita e nitida;
  • sistema operativo installato sul proprio iPhone: acquistare il miglior Apple Watch in commercio significa scegliere un modello che sia perfettamente compatibile col proprio iPhone, altrimenti non lo si potrà sfruttare in tutte le sue potenzialità;
  • dimensioni dell’Apple Watch: per questo aspetto l’unica regola da seguire è scegliere uno smartwatch che si adatti bene al proprio polso visto che i diversi modelli non presentano notevoli divergenze in fatto di grandezza.

Dopo aver fatto tutte queste considerazioni, si dovrà cercare di capire dove acquistare il miglior Apple Watch, il nostro consiglio è quello di rivolgervi a negozi specializzati in vendita di dispositivi informatici, ad esempio, su Overly potrete trovare diversi modelli di Apple Watch a prezzi molto vantaggiosi.

Come Risparmiare

TROVA LA MOTIVAZIONE

Il sogno di molti è diventare economicamente indipendenti, comprare la prima casa, viaggiare di più, aprirsi un’attività, ognuno ha il suo sogno. Per riuscirci, la prima cosa da fare è imparare a risparmiare. Non importa quale sia il tuo reddito, ma una buona conoscenza sulla gestione dei soldi ti permetterà di raggiungere i risultati a cui ambisci e ti regalerà molte soddisfazioni.

Il reddito è un fattore da considerare in maniera parziale, anche se guadagni 6000 euro al mese ma sei abituato a spenderli tutti non raggiungerai121 mai nessun obiettivo. In questo caso devi modificare il tuo approccio ai soldi. Un’ educazione finanziaria sbagliata può essere rieducata con un pò di impegno e sacrificio.

Per riuscire a risparmiare veramente la prima domanda da porsi è questa: Qual’è il mio obiettivo finanziario? E successivamente.. Voglio risparmiare per comprarmi un’ auto nuova? Voglio permettermi quel viaggio in Asia di cui parlo sempre? Estinguere il mutuo il prima possibile? Voglio risparmiare per fare investimenti e sentirmi “coperto” in futuro? Voglio lasciare qualcosa ai miei figli? Voglio vivere di rendita? Qualunque sia il tuo obiettivo devi averlo chiaro in mente, focalizzarlo bene, scriverlo su un pezzo di carta e cominciare a pianificare la strategia per arrivarci. Nulla è impossibile con i giusti tecniche!

Il tuo obiettivo sarà la tua motivazione!

Come fare il backup del proprio Iphone

Come Fare il Backup dell’Iphone

 

Backup dell’IPhone, servizio utile ma poco conosciuto

 

Il possibile inconveniente di perdere tutte le informazioni personali, di lavoro che si trovano salvate sul proprio iPhone, è un rischio che qualsiasi possessore di tale smartphone vorrebbe scongiurare ed evitare.

Per evitare ciò, un possibile rimedio può essere quello di effettuare, a intervalli di tempo regolari il backup della memoria dell’iPhone, evitando il rischio di perdere informazioni.

Ecco dunque spiegato come sia possibile effettuare un backup di un iPhone sul proprio pc oppure su piattaforme online gratuite.

 

Come effettuare un backup sul computer

 

Innanzitutto per accedere a questa funzionalità dovrai, in primo luogo fare uso del software iTunes, programma scaricabile online in maniera gratuita dal sito americano sviluppatore Apple.

Effettuata questa operazione, bisognerà procurarsi il cavo necessario per collegare il proprio dispositivo al pc. Fatto ciò, il programma precedentemente scaricato si avvierà in maniera automatica.

Ti ritroverai direttamente nella schermata principale di iTunes. Procedi dunque cliccando sull’opzione “Dispositivi” che troverai aprendo la finestra in alto a destra “File”

Scegliete ora la voce “copia elementi dal dispositivo” e attendete qualche istante per il completamento della procedura iniziale.

Ora dovrai agire dal tuo iPhone, andando prima in “Impostazioni” per poi successivamente selezionale la voce “Effettua Backup”. Anche in questo caso l’operazione potrebbe richiedere del tempo.

 

Effettuare il backup dell'Iphone in modo veloce

 

 

Come effettuare un backup on line, grazie al servizio iCloud

 

Quanto appena descritto ti permetterà di salvare tutti i tuoi file sul tuo pc.

Se necessiti e desideri un ulteriore sicurezza, potrai effettuare questa operazione anche su server online sicuri, in modo da coprirti da eventuali danni sia al tuo iPhon sia al tuo computer.

Da parte della stessa Apple infatti vengono offerti i server del servizio iCloud. Questo servizio, coperto dai sistemi di sicurezza Apple continuamente aggiornati, ti permetterà di salvare tutto quello che vuoi on line, salvando tutto con il tuo ID Apple.

Per salvare i tuoi dati on line quasi tutte le operazioni andranno effettuate direttamente a partire dal tuo dispositivo. Inizialmente andrai su iOS e, dopo essere andato nelle impostazioni, selezionerai il simbolo di iCloud.

Clicca ora dunque su “Backup iCloud” e segui direttamente le istruzioni.

Attendi ora che tutte le operazioni vengano completamente effettuate. Attivando il servizio di backup su iCloud renderai possibile questa operazione in modo automatico, senza dover svolgere tutti i passaggi, ogni qual volta il dispositivo risulterà collegato ad una rete.

 

iCloud, servizio gratuito ma con limitazioni di spazio

 

Tuttavia, è bene ricordare e sottolineare che il servizio on line per fare il backup dell’Iphone, offerto da Apple non è gratuito all’infinito. Non vi sarà addebitata alcuna spesa fino ad un’accupazione di spazio massima pari a 5GB. Se necessiti di maggior spazio, è possibile ottenerlo a pagamento con un massimo di circa 20 euro mensili per 1TB di spazio a disposizione.

Ecco dunque che in questo modo avrete la possibilità di consultare i vostri dati personali e non senza dover per forza accedere al vostro smartphone iPhone.

 

apple-watch-come-funziona

Il nuovo Watch Apple

Presentato a Cupertino in occasione del Keynote dello scorso settembre, l’Apple Watch è ormai in procinto di essere lanciato sul mercato.

L’annuncio ufficiale del 9 Marzo ha chiarito definitivamente la natura del nuovo prodotto: Apple Watch non sarà solo un dispositivo più piccolo e leggero dei comuni smartphone, ma anche più ‘intimo’, e proietterà la comunicazione su un piano ancora più personale; la caratteristica della novità si coniuga con la semplicità di utilizzo e la familiarità di un’interfaccia ricalcata su quella degli iPhone.

L’Apple Watch sarà disponibile in alcuni paesi su ordinazione online a partire dal 10 Aprile (Usa, UK, Canada, Australia, Cina, Honk Kong, Giappone, Germania e Francia), e nei loro store fisici il 24 dello stesso mese.

La data di lancio nel nostro paese non è ancora nota, ma si parla della fine di Maggio o dell’inizio di Giugno.

Le tre diverse collezioni Apple Watch

Lo smartwatch è prodotto in tre diverse collezioni: ‘Classico‘, ‘Sport‘ ed ‘Edition‘, destinate ognuna ad un target diverso, e che si differenzieranno tra loro principalmente per i materiali di costruzione.

Tutti e tre i modelli saranno caratterizzati da un quadrante rettangolare dai bordi arrotondati, e saranno disponibili in una versione da 38 millimetri ed una da 42.

Materiali e Design Apple Watch

Grazie ad un’altissima densità di pixel, lo schermo è in grado di offrire un’ottima qualità d’immagine ed un eccellente livello di visualizzazione dei dettagli; il display è protetto da uno strato di vetro Ion-x rinforzato nella versione Sport o (novità assoluta per un prodotto Apple), da uno strato di zaffiro, nelle altre due collezioni.

I materiali di cui è composta la cassa variano anch’essi in base alla collezione: alluminio anodizzato nella versione Sport, acciaio inossidabile per la versione Classica, ed oro 18 carati (giallo o rosa) per la lussuosa ‘Edition’.

Ogni orologio è compatibile con una vasta gamma di cinturini intercambiabili, disponibili in diversi colori e materiali (metallo, pelle o fluoro-elastomero).

Hardware Apple Watch

L’Apple Watch è dotato di un nuovo circuito integrato chiamato S1, prodotto con l’intento dichiarato di riassumere tutte le componenti di un computer in un unico dispositivo dalle dimensioni di pochi centimetri.

Esso integra infatti CPU, Ram, Wifi e sensori.

In condizioni di utilizzo medie la batteria avrà una durata di 18 ore nella versione da 38 millimetri e lievemente superiore in quella da 42; il tempo di ricarica è di circa due ore e mezza; la batteria è sostituibile ed il suo ciclo di vita è stimato in 3 anni.

Sul lato destro dell’orologio è presente un inedito dispositivo di input, battezzato ‘Corona Digitale‘, esteticamente identica alla rotella dei comuni orologi; ruotandola sarà possibile spostarsi tra i vari elementi, selezionare funzioni ed effettuare lo zoom della schermata; premendola si potrà ritornare alla home o dettare comandi all’assistente vocale.

Oltre a barometro, giroscopio ed accelerometro, sul retro dell’orologio, a contatto con il polso, sono presenti i sensori in grado di misurare parametri biologici quali battito cardiaco e pulsazioni.

La funzione ‘Force Touch‘ è in grado di riconoscere quanta forza viene applicata al tocco distinguendo una pressione lieve da una più prolungata in modo da identificare un comando specifico.

La tecnologia ‘Tapic Engine‘ è in grado di simulare il tocco di un polpastrello sul nostro polso per avvisarci discretamente di una notifica.

Software e funzionalità Apple Watch

Il nuovo dispositivo sarà equipaggiato con un nuovo ed esclusivo sistema operativo battezzato ‘Watch OS‘ che si rifà ad iOS.

L’interfaccia grafica è caratterizzata da icone circolari, ed è ampiamente personalizzabile: si possono modificare i colori dei quadranti ed adottare uno tra i tanti template disponibili; le app più importanti sono dotate di una modalità di visualizzazione più sintetica, detta ‘Glance’, che fornirà in maniera riassuntiva le informazioni più spesso consultate, come ad esempio il meteo, la mappa ed, ovviamente, l’orario.

Lo schermo si attiva semplicemente sollevando il polso, oppure premendo uno dei due tasti presenti sul lato destro del dispositivo.

L’Apple Watch sarà dotato di una memoria interna di 8Gb, dei quali tuttavia solo una parte destinata all’archiviazione dei dati, nello specifico 2Gb per brani musicali e 70Mb per le immagini, che saranno comunque opportunamente ridimensionate per essere adattate alle piccole dimensioni del display; lo spazio rimanente è riservato al sistema operativo ed alle app.

Applicazioni Apple Watch

L’Apple Watch non è un prodotto stand-alone: per sfruttare la maggior parte delle sue funzionalità dovrà infatti essere affiancato e connesso ad un altro dispositivo, e nella fattispecie, sarà compatibile con iPhone 5 e i modelli successivi; per la gran parte delle sue funzionalità, l’Apple Watch costituisce in effetti una scorciatoia rispetto all’utilizzo del telefono: si possono gestire SMS ed e-mail ricevuti sull’iPhone, visualizzandone il contenuto direttamente sul display dell’orologio e rispondendo con una frase preimpostata o dettandola al microfono; essa sarà inoltrata come contenuto audio o trascritta come testo.

Allo stesso modo si può rispondere alle telefonate ricevute sull’iPhone o rifiutarle direttamente dall’orologio, ascoltarle in viva voce grazie agli speaker e naturalmente comunicare con l’interlocutore attraverso il microfono.

Il dispositivo supporta la visualizzazione delle mappe ed il navigatore, che dovrà comunque appoggiarsi al GPS dell’iPhone.

Tra le funzioni di base troviamo anche il Calendario: oltre alla sua visualizzazione sul piccolo display, è possibile aggiungere o rimuovere note e impegni, quindi sincronizzarle con il telefono.
Per l’interpretazione dei comandi dettati a voce, l’orologio garantisce il supporto all’assistente vocale Siri, accessibile tenendo premuta la corona digitale o semplicemente pronunciando le parole “Ehi Siri” rivolgendosi al dispositivo.

All’acquisto, l’Apple Watch sarà già corredato di diverse applicazioni, sia sviluppate dalla Apple che di terze parti; tra queste, quelle già disponibili coincidono con le più popolari: Twitter, Instagram, Evernote, CNN, New York Times, e quelle di alcune compagnie aeree, come British Airways ed Air Canada.

Prezzi Apple Watch

Il prezzo degli Apple Watch in Italia non è ancora noto; tuttavia, sulla base di quello proposto negli altri paesi, si può ipotizzare che sarà compreso tra i 450 ed i 500 Euro per la versione Sport, da 700 a 1300 Euro la versione Classica, e da 11.000 a 16.000 euro per la Edition.

recensione iPhone 6

Recensione dell’ iPhone 6 e 6 plus

Ad un anno esatto dal lancio degli iPhone 5c e 5s, la Apple si adegua alle richieste del mercato, che vede crescere sempre più l’apprezzamento nei confronti dei cosiddetti ‘phablet’.

L’azienda di Cupertino sforna infatti due prodotti, l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus, dalla diagonale rispettivamente di 4,7 e 5,5 pollici, conquistando quei consumatori attratti da dimensioni del display più generose ed allo stesso tempo tenendosi stretti quelli che prediligono la praticità, che potranno ancora optare per l’iPhone 5s.

Design e Materiali iPhone 6

Un’innovazione evidente rispetto ai telefonini precedenti è, oltre alla lunghezza della diagonale, la riduzione dello spessore, portato a 6,9 millimetri nell’iPhone 6 e 7,1 nell’iPhone 6 Plus, per un peso di rispettivamente 129 e 172 grammi.

I materiali utilizzati sono gli stessi, e di altissima qualità, per i due modelli, ed entrambi presentano eleganti linee arrotondate ed uno schermo smussato ai bordi fino a coincidere perfettamente con la cornice; i colori disponibili sono argento, oro e grigio siderale.

Hardware iPhone 6

Oltre a presentarsi esteticamente identici, eccezione fatta per le dimensioni, i due modelli condividono grossomodo le stesse caratteristiche hardware; è opportuno considerare che uno schermo più grande implica un maggiore dispendio di risorse, e se sul piano dell’autonomia ciò è compensato dalla maggiore capacità della batteria dell’iPhone 6 Plus (2915 mah contro i 1810 dell’iPhone 6), lo stesso non si può dire su quello delle performance.

La risoluzione è di 1334 x 750 pixel sull’iPhone 6 e 1920 x 1080 pixel sull’iPhone 6 Plus.

I due melafonini sono equipaggiati con un processore A9 dual core da 1,4 Ghz a 64 Bit e da 1Gb di memoria RAM, mentre per quel che riguarda la memoria di massa, sono disponibili in tagli da 16Gb, 64Gb e 128Gb.

Accessori iPhone 6

I prodotti sono forniti di svariati sensori: GPS, accelerometro, barometro e sensore di luce ambiente, che consente di adottare automaticamente la luminosità dello schermo ottimale.

Non manca il Touch ID, integrato nel tasto Home, capace di rilevare l’impronta digitale; è stata inoltre introdotta la tecnologia NFC, che consente di effettuare pagamenti semplicemente avvicinando lo smartphone ad un POS entro un raggio di 10 cm.

La fotocamera ha un sensore di 8 MP (1,2 quella frontale), presenta un ottimo autofocus e può registrare video in alta definizione a 240 Fps.

Rispetto alle caratteristiche dei precedenti modelli, l’unica differenza sostanziale è il guadagno di mezzo stop di diaframma, che passa da f2.4 a f2.2: ciò consente tempi di scatto più brevi o la possibilità di utilizzare ISO più bassi; lo stabilizzatore ottico di immagine, grazie al quale si avranno più possibilità di ottenere foto nitide in condizioni di scarsa luminosità è presente sull’iPhone 6 Plus, ma non sull’iPhone 6.

Software iPhone 6

Sui nuovi iPhone è installato iOS 8, rilasciato in concomitanza con gli stessi.

Per quanto riguarda l’aspetto grafico, il nuovo sistema operativo non presenta sostanziali differenze rispetto al suo predecessore, mentre le prestazioni sono notevolmente migliorate, ed il nuovo hardware è in grado di sfruttarle appieno.

Effettivamente tanto su iPhone 6 quanto su iPhone 6 Plus la navigazione è sempre fluida, e anche nei processi più impegnativi non si riscontra alcun rallentamento.

Per quanto riguarda l’iPhone 6 Plus, iOS 8 presenta alcune lievi modifiche, la più evidente delle quali è la possibilità di ruotare la schermata home nel formato ‘landscape’, ovvero in orizzontale; alcune app inoltre si adattano alle maggiori dimensioni dello schermo mostrando un’interfaccia più adeguata.

Per introdurre gli utenti al display più grande, Apple ha poi integrato in entrambi i telefoni la possibilità di abbassare la schermata eseguendo un doppio ‘tap’ su un qualsiasi punto dello schermo, in modo da avere accesso a qualunque pulsante senza troppe manovre.

Prezzi iPhone 6

I prezzi dei due iPhone variano ovviamente a seconda della capacità di memoria, e sull’Apple Store Italia ammontano attualmente a 729, 839 e 949 Euro per l’iPhone 6 nelle versioni da 16, 64 e 128Gb; 839, 949 e 1.059 Euro per le tre versioni iPhone 6 Plus.

Critiche

Dopo appena poche ore dal lancio dei due dispositivi sono giunte voci riguardanti la scarsa resistenza degli stessi, che in alcuni casi si sarebbero deformati nelle tasche dei possessori; in seguito è comunque stato appurato che si trattava solo di alcuni esemplari difettosi, e che comunque il difetto era coperto da garanzia.

Se l’aumento di dimensioni dello schermo non ha soddisfatto proprio tutti, tanto che circolano indiscrezioni su un possibile lancio di un ‘iPhone 6c’ con diagonale da 4”, bisogna comunque sottolineare che, limitatamente all’iPhone 6, basta un po’ di pratica per riuscire ad utilizzarlo agevolmente con una sola mano; sebbene come già detto, i dispositivi non mostrino particolari problemi sul piano prestazionale, la quantità di RAM è rimasta invariata rispetto ai modelli precedenti, allargando il gap, su questo specifico punto, con le proposte della concorrenza.

Ciò che invece risulta quasi imperdonabile è la sporgenza dell’obbiettivo della fotocamera posteriore di qualche millimetro rispetto alla scocca, esponendolo ad eventuali urti e destabilizzando il telefono quando è poggiato su una superficie piana; ciò si sarebbe potuto evitare semplicemente aumentando lo spessore dell’iPhone 6, che però in quel caso, non si sarebbe rivelato forse lo smartphone più sottile sul mercato.

Una panoramica sulle migliori app di casinò online

In un mondo dove è possibile fare praticamente qualsiasi cosa mediante i propri device, con iPhone e iPad su tutti, gli appassionati dei giochi di casinò online possono trovare numerose applicazioni belle e divertenti, in modo da restare sempre connessi con i propri giochi preferiti e non perdere mai occasione di sfidare la sorte.

Bingo, poker e slot machine sono fra le app più scaricate dall’Apple Store in questo settore, ma vediamo di seguito una lista specifica di quelle più interessanti, relativamente ai giochi casinò disponibili per mobile:

  • I giochi di casino Titanbet, con una serie vastissima di slot, roulette e giochi di carte, tutto condito da una grafica curata nei minimi dettagli e fatta proprio per esaltare i contenuti dei giochi anche dal vostro iPhone, senza dimenticare le grande offerte e i bonus offerti da Titanbet.
  • PokerClub di Lottomatica, che dopo la creazione dell’account si può scaricare tramite l’applicazione Poker Club For Fans, potendo così giocare e partecipare ai tornei di poker con gli altri utenti presenti nella community di PokerClub. Si tratta di un gioco che non è mirato alla vincita di soldi veri, ma è semplicemente destinato a chi vuole divertirsi e imparare tutti i segreti del poker.
  • PokerStars, una delle “sale” di poker più note al pubblico, che dopo la registrazione dal sito consente il download direttamente dal sito PokerstarMobile.it, esso invia direttamente l’app sull’iPhone, vi basta inserire il vostro numero telefonico, mentre per gli iPad o altri dispositivi non collegati ad un recapito di telefono, si può utilizzare lo Store per il download.
  • GD Poker, anch’esso specializzato nel texas Hold’em, che dopo la creazione di un account personale permette di giocare con soldi veri (o se si preferisce con quelli virtuali) partite di poker. Questa app è davvero intuitiva e ben congeniata, l’unico neo riguarda l’assenza della possibilità di partecipare a tornei di poker.
  • Astraware Casino, si tratta di un app per device Apple, che consente di tentare la fortuna con 11 dei migliori giochi da casinò, mediante il Blackjack, il Texas Hold’em, la Roulette, le Slot machine e tanto altro.  Questa app dispone di una grafica eccellente e di una giocabilità notevole, con il suo download che è disponibile nell’Apple Store.

Insomma, queste riportate sono solo alcune delle numerose app disponibili, tuttavia presentano bene o male le qualità migliori ricercabili dagli appassionati dei casinò online per mobile, non vi resta che provarle.