cover iphone

Cover iPhone: come scegliere la migliore?

Tutti i modelli di iPhone posseggono naturalmente un fascino insito non solo nelle linee, ma anche nei colori. Le prime, inconfondibili e pulite, sono ormai diventate un marchio distintivo della mela morsicata. I colori, poi, sono sempre stati il giusto e perfetto compromesso tra colore e quella sobria eleganza che non passa mai di moda. Perfino nei modelli iPhone 5c, con i loro colori sgargianti e allegri, riuscivano ad avere la loro classe.

Eppure, a volte una cover iPhone può essere un accessorio per smartphone che non serve esclusivamente a conferirgli un aspetto diverso, ma anche a proteggerlo. Le esigenze, però, non sono di certo le stesse per tutte, e l’ideale sarebbe riuscire a coniugare aspetto esteriore a protezione. Come fare, quindi, per scegliere la miglior cover iPhone tra le tantissime in commercio? Ecco una breve panoramica su quello che offre il mercato.

I tipi di cover iPhone

Forse non ci abbiamo mai fatto caso o riflettuto più di tanto, ma esistono tantissimi tipi di cover per iPhone tra cui scegliere. Al di là dell’infinita varietà di disegni a disposizione, anche le caratteristiche tecniche possono differire in modo consistente. Per esempio, tra le cover iPhone “leggere”, troviamo:

  • custodia a guanto: si tratta di semplici cover in tessuto che hanno perlopiù una funzione estetica. Proteggono poco o niente lo smartphone dagli urti, ma possono tornare utili per evitare di graffiarlo accidentalmente mentre lo teniamo in borsa o in tasca.
  • custodia in silicone o poliuretano termoplastico: leggermente più protettiva rispetto a quella a guanto, specialmente quando presenta degli speciali rinforzi in corrispondenza degli angoli. Questo è il tipo (in particolare in silicone) di cover più venduto e diffuso in quanto è facilmente personalizzabile e dal costo decisamente basso.

Tra le cover più resistenti, troviamo invece:

  • custodia in policarbonato: queste sono simili a quelle in silicone per dimensioni e spessore, ma al contrario di queste ultime sono rigide anziché flessibili. Proprio a causa della loro rigidità possono essere più deleterie che utili in caso di caduta accidentale dello smartphone.
  • custodia a portafoglio: queste sono le cover più scelte da chi ama la praticità. Solitamente sono realizzate in materiali morbidi come tessuto o, nei casi più lussuosi, in pelle pregiata. Oltre a proteggere la parte posteriore dello smartphone, sono infatti dotate di una sorta di copertina che protegge anche il lato anteriore. Al loro interno presentano delle tasche dove poter alloggiare le carte (codici fiscale, carta di credito, eccetera), come un vero e proprio portafoglio appunto. In più, il lato anteriore può presentarsi dello stesso colore e materiale del resto della cover iPhone, oppure essere dotato di apposite “finestrelle” per leggere il nome di chi ci sta chiamando senza dover aprire la custodia. La chiusura, infine, può essere magnetica o con bottone a pressione (meno pratica). Benché questo tipo di custodia possa risultare molto elegante, non tutti la trovano particolarmente pratica. Inoltre, il “dorso” della cover, essendo soggetto a un movimento ripetuto, è destinato a usurarsi con velocità.
  • custodia rugged: con questa custodia potrete smettere di temere ogni tipo di caduta del vostro smartphone. Le dimensioni sono più impegnative rispetto alle precedenti custodie che abbiamo preso in esame. Solitamente comprendono sia una parte anteriore che una posteriore, che si uniscono a incastro per ridurre al minimo i danni da urto. In più, alcuni modelli di cover iPhone rugged includono anche una protezione per il vetro dello schermo dello smartphone. Se da una parte è vero che questo tipo di custodie sono particolarmente efficaci, dall’altra è anche vero che non sono propriamente belle da vedere. Fortunatamente, sempre più spesso le custodie rugged presentano colori e disegni accattivanti, che tentano di coniugare l’aspetto estetico e quello funzionale.

iphone-ricondizionati

iPhone ricondizionati: perché convengono di più

L’acquisto di prodotti ricondizionati è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Questi dispositivi sono solitamente resi da clienti che hanno rilevato un malfunzionamento o un guasto di fabbrica, sia internamente che esteticamente. L’azienda o il negozio, per evitare ulteriori perdite, lo ripara e lo rimette in vendita. Per incentivare il tuo acquisto vengono proposti a un prezzo inferiore.

Esistono diverse aziende e negozi che offrono dispositivi ricondizionati. La stessa Apple ha una sezione nel suo negozio online dedicata a questo genere di prodotti. Questi prodotti possono essere forniti con una confezione non originale o con tutti gli accessori . Tuttavia, devi stare attento a dove lo acquisti, perché molti acquirenti li vendono come ricondizionati quando in realtà sono di seconda mano.

Questo è uno dei motivi per cui è importante acquistarli da un commerciante affidabile. Quando possibile, maggiori informazioni dovrebbero essere richieste al venditore come fotografie dettagliate per constatare lo stato del dispositivo in questione. Va anche tenuto presente che non sempre vale la pena acquistare questi dispositivi perché può capitare il caso che con un po’ più di denaro si possano acquistare cellulari nuovi piuttosto che iPhone ricondizionati.

Scegliete i migliori e-commerce dove comprare iPhone ricondizionati per risparmiare comprando un prodotto simile al nuovo.

Caratteristiche iPhone ricondizionati

Confezione

La confezione in cui arrivano i dispositivi ricondizionati può essere quella originale, come quella che acquisteremmo quando si tratta di un dispositivo totalmente nuovo, neutra oppure una “normale” scatola bianca che contiene il prodotto. Potrebbe anche essere il caso che la confezione sia quella originale ma che abbia qualche danno. A priori, il tipo di imballaggio utilizzato non dovrebbe rappresentare un problema per gli utenti a meno che qualcuno non abbia l’esigenza di conservare la confezione originale per scopi di raccolta o collezionismo.

Garanzia

La garanzia per i prodotti ricondizionati non è sempre di due anni. Dipende più da dove lo acquisti. Ad esempio, su Amazon è di 1 anno, ma può variare in base al sito o al negozio dove lo acquisterai. Questo è solitamente specificato nella descrizione riguardante l’articolo e difficilmente incorrerai in brutte sorprese. 

Stato del prodotto

I dispositivi ricondizionati, per definizione, sono quelli che sono stati restituiti dagli acquirenti al negozio o al produttore perché hanno riscontrato un difetto estetico, un malfunzionamento o perché semplicemente non erano soddisfacenti per il cliente. I gestori poi li riparano e li rimettono in vendita ad un prezzo inferiore. Tuttavia, spesso anche i prodotti di seconda mano vengono spesso venduti come ricondizionati e diversi negozi hanno creato le proprie regole di classificazione in base alle loro condizioni.

Se non è chiaro quale sia lo stato del dispositivo attraverso la descrizione del venditore, è meglio richiedere maggiori informazioniprima di procedere con l’acquisto. Quando possibile, chiedi fotografie che ne mostrino l’aspetto estetico per verificare che il dispositivo sia integro.

Comunicazione con il venditore

Come regola generale, è meglio acquistare prodotti ricondizionati in negozi di fiducia, perché per qualsiasi problema di funzionamento sappiamo che sarà coperto grazie alla garanzia. E non dovrebbe essere un problema contattare negozi affidabili tramite indirizzo e-mail o un numero di telefono di contatto. Non è consigliabile acquistare prodotti ricondizionati da venditori privati ​​perché le condizioni effettive del dispositivo e la sua provenienza sono davvero sconosciute e non avresti alcuna garanzia in caso di malfunzionamenti successivi all’acquisto.

Nell’epoca digitale che stiamo attraversando, gli e-commerce e i rivenditori di iPhone ricondizionati online non si contano più e offrono vetrine virtuali dove scegliere il vostro dispositivo preferito e ordinarlo direttamente da casa. Colossi come Amazon e Ebay non hanno bisogno di presentazioni e ti offriranno tutte le tutele del caso oltre ad un servizio clienti attento e puntuale ed alla garanzia. Nel caso vi affidaste a negozi online meno conosciuti sarà il caso di cercare notizie sul rivenditore, leggere i feedback degli acquirenti e verificarne l’affidabilità.

Sia che tu voglia acquistare il nuovo iPhone, sia che tu voglia acquistare un modello vecchio, la scelta di un prodotto ricondizionato potrà rivelarsi vincente.

iPhone a grattugia

Apple brevetta il nuovo iPhone “a grattugia”: ecco di cosa si tratta

Da Cupertino arriva la notizia: Apple potrebbe applicare il design del computer full tower creando l’iPhone “a grattugia”.

Vi è mai capitato di dover appoggiare lo smartphone perché troppo caldo? E se tutto potesse cambiare migliorando la scocca esterna di questi dispositivi di cui ormai non possiamo più fare a meno? Sembra proprio che Apple stia valutando nuove soluzioni per l’estetica di uno dei suoi prodotti di punta e si tratta niente po’ po’ di meno che dell’iPhone. A Cupertino, sede centrale di Apple, è stato brevettato proprio di recente un nuovo iPhone, già ribattezzato iPhone “a grattugia” per le caratteristiche della scocca esterna e del design che ricorda proprio quello dei nuovi Mac Pro. Già si parla degli svariati vantaggi che potrebbero esserci per gli smartphone di casa Apple in caso di valutazione positiva. Ecco di cosa si tratta.

iPhone con scocca “a grattugia”: come potrebbe essere

Apple è davvero pronta ad abbandonare la tradizionale scocca piana che da anni caratterizzando i famosi melafonini? A quanto pare l’azienda di Cupertino avrebbe già denominato questa innovazione “Housing construction” ossia costruzione alloggiamento per cui sarebbe più indicato l’utilizzo della scocca a nido d’ape già vista su Mac Pro e Pro Display XDR. Questa struttura decisamente affascinate è con scocca in alluminio con fori a nido d’ape ed è l’innovazione portata ai Mac Pro già da qualche tempo. Si tratta di una caratteristica estetica unica nel suo genere ma altamente ingegnosa. La decisione di applicare all’iPhone lo stesso design a reticolo che caratterizza il Mac Pro non sarebbe dunque una trovata meramente estetica e anzi, come per il potente computer, questo design sarebbe decisamente vantaggioso.

Nel nuovo brevetto contenente tutti i dettagli è stato specificato, infatti, che le ultime innovazioni nei dispositivi elettronici consentono sì elevati livelli di performance, ma molte delle soluzioni adottate per l’alloggiamento dei dispositivi non risulterebbero adatte a distribuire in modo efficace o a respingere nell’ambiente circostante il calore generato direttamente dall’elettronica. Questo sarebbe un elemento decisamente negativo per le performance dei dispositivi, determinando così l’interesse ad inserire una scocca areata anche sugli smartphone. Una scocca con apposite aperture come quella a nido d’ape o già ribattezzata “a grattugia” garantirebbe un significativo miglioramento delle prestazioni per il dispositivo elettronico e riuscirebbe a consentire l’uso di componenti o livelli operativi fin ora non utilizzabili. Da qui l’esigenza di intervenire sull’intera scocca dell’iPhone quindi sia sui bordi sia sul retro.

I vantaggi

Questa particolare struttura garantirebbe un notevole potenziamento dell’hardware interno senza doversi preoccupare di ipotetici surriscaldamenti. Se già questo sembra un notevole passo avanti va detto anche che il design “a grattugia” oltre a migliorare la dissipazione del calore nell’ambiente renderebbe il dispositivo completamente originale. A questo si aggiunge il miglioramento della presa in mano per l’utente e il potenziamento della resistenza strutturale dello stesso senza bisogno di aumentarne il peso o lo spessore.

Quando uscirà l’iPhone “a grattugia”?

Al momento non ci sono date certe e tutto è ancora in fase sperimentale. Quel che è certo è che gli iPhone 13 dovrebbero avere un design ancora identico a quello del precedente iPhone 12, anche se è già stato rilevato che i chip A14 di Iphone 12 non sfruttano completamente la loro potenza proprio a causa dei problemi dati dal surriscaldamento. Per fronteggiare questo problema la Apple sarebbe intenzionata ad apportare già alcune modiche introducendo un apposito sistema di raffreddamento a camera di vapore. Non si sa invece se già dal prossimo melafonino si opterà per modificare la scocca.

Quel che è certo dunque è che tale novità sarebbe inizialmente dedicata solo ai modelli di fascia “Pro” e chissà che non sia necessario attendere un innovativo iPhone 14? Vi piacerebbe?

A chi rivolgersi per sostituire il vetro dell’iPhone a Bologna

L’iPhone è uno dei dispositivi più gettonati in commercio; la sua particolare tecnologia riesce sempre a stupire e non lascia l’utenza indifferente. Il suo prezzo non proprio popolare spesso non scoraggia alcun acquirente, anzi, spesso si assiste ad attese spasmodiche e code chilometriche. Il costo però, lo colloca fra i beni a cui tenere in modo particolare, anche perché molti sono costretti ad acquistarlo a rate.
Essendo un telefono come altri, può cadere in terra e subire danni; il più classico è purtroppo la rottura del vetro. Certo, se si rompe uno smartphone, spesso conviene acquistarne un altro, ma l’iPhone è opportuno ripararlo.

Cosa fare se si rompe il vetro dell’iPhone

In questo caso non si può fare molto, se non recarsi in un centro autorizzato e farselo riperare; considerato l’elevato numero di casi, al giorno d’oggi sono in molti ad aver aperto piccoli centri dedicati alla riparazione di questi dispositivi.

In ogni città è possibile trovare un centro autorizzato Apple che si occupi di tutte le riparazioni del caso, siano per cause fortuite o per cause da imputare a difetti di fabbrica.

A Bologna, ci si può rivolgere ad uno dei negozi più organizzati presente sul territorio nazionale. Il sito di riferimento è Bolognacomputer.it, dove è possibile notare fin dalla prima navigazione su di esso, la moltitudine di opportunità offerte a tutti i clienti Apple ed appassionati in informatica di tutte le età.

Il laboratorio è attrezzato per eseguire ogni tipo di riparazione sui dispositivi Apple, siano essi iPhone o iPad; vengono riparati anche tutti i Mac nonché tutti pc in generale di tutte le marche possibili, qualunque sia la composizione, qualunque sia la scheda video o il processore utilizzato.

Un’attività completa e certificata

Questo team di professionisti elettrotecnici sono qualificati MCP, sigla che significa Microsoft Certified Professional, certificazione che ne dimostra le capacità, che permettono a loro di poter intervenire su qualsiasi dispositivo elettronico, compresi monitor e televisori.

Per tutti i prodotti Apple l’azienda di Bologna effettua tutte le riparazioni, e fra di esse la sostituzione del vetro, in poco tempo e con prodotti di grande qualità, in modo da scongiurare il più possibile ulteriori rotture.

L’iscrizione al MEPA

Il MEPA, a cui l’azienda bolognese è iscritta, è il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione.
Questo mercato virtuale genera convenienza per tutti e facilita notevolmente le procedure, in quanto funziona un po’ come un mercato in piazza, dove ognuno fa la sua offerta e riceve delle proposte; possono aderire ad esso tutte le istituzioni statali, comprese le scuole e gli ospedali.

Tutti gli enti partecipanti al MEPA possono ricevere offerte personalizzate su molti oggetti, e decidere per l’eventuale acquisto. In questo modo viene eliminata tutta la burocrazia che ha sempre contraddistinto le transazioni di questo tipo che coinvolgono questi enti.

iphone schermo rotto

Riparare lo schermo di un Iphone

Gli Iphone sono tra gli smartphone più ambiti, per la loro tecnologia e soprattutto per il design, che Apple è riuscita a rendere unico nel suo genere, come molti dei suoi servizi. Sono oggetti molto costosi, ma anche delicati, nonostante la qualità costruttiva. Può capitare, infatti, che una caduta accidentale porti alla rottura dello schermo, come anche a quella del touch, rendendo il telefono inutilizzabile, ecco allora come riparare schermo iPhone.

Riparare schermo iPhone

sostituzione schermo iphoneCosa fare allora in caso di rottura dello schermo? Una riparazione iphone non è mai banale, proprio per la qualità costruttiva di questi oggetti, e, di solito, la cosa migliore è quella di rivolgersi ad un centro Apple specializzato. Proprio perché parliamo di terminali costosi, non possiamo certo aspettarci di pagare poco anche le riparazioni. Anzi, Apple è famosa per i suoi interventi non proprio a basso costo, ma questo è anche giustificato dalla manodopera iper specializzata, e da macchinari tecnologicamente avanzati per avere una riparazione al top.

A questo Apple ha in parte provveduto, consigliando, al momento dell’acquisto, un’assicurazione specifica, la AppleCare+, grazie alla quale è possibile far fronte in maniera più leggera e veloce, alle riparazioni che non rientrano in garanzia. Prendiamo l’esempio di un Iphone 7, che, per la riparazione di uno schermo rotto, richiede un costo di circa 150 euro, mentre tramite assicurazione, siamo nell’ordine di appena 30 euro. Se in più vi sono altri danni un intervento senza assicurazione può facilmente raggiungere cifre intorno ai 400 euro, a fronte di appena 100 euro con la AppleCare+.

Riparazioni in centri non autorizzati

Parallelamente ai centri autorizzati Apple, sono nati molti professionisti che si sono specializzati nella riparazione degli Iphone, come di altre marche di smartphone. Il vantaggio sta sicuramente nel prezzo, solitamente di gran lunga minore rispetto ai centri Apple. Altro vantaggio spesso sta nel tempo di permanenza necessario alla riparazione, in quanto questi piccoli riparatori, offrono servizi più celeri, proprio per invogliare il cliente a rivolgersi a loro, e non perdere l’utilizzo dell’amato iphone per troppo tempo.

Di contro avremo sicuramente dei ricambi non originali, e una lavorazione artigianale, che non segue le rigide direttive Apple, anche per mancanza dei macchinari specialistici usati dalla casa madre. La minore qualità tuttavia, non significa sempre non avere un lavoro ben fatto, che poi dipende anche dal tipo di intervento che necessita la riparazione. Se non siamo in possesso degli ultimissimi modelli di Iphone, ma vogliamo riparare, ad esempio, il buon vecchio iphone 5, forse non conviene rivolgersi al centro autorizzato, proprio per non affrontare grosse somme di denaro.

Kena Mobile

Kena Mobile funziona su IPhone?

In questi giorni si fa un gran parlare di Kena Mobile, la nuova compagnia telefonica a basso costo, nata all’ interno del primo gruppo italiano di telecomunicazioni: la storica Telecom Italia.

Kena Mobile

Ma Kena Mobile funziona senza problemi su IPhone? Partiamo subito con lo spiegare cos’ è Kena Mobile. Si tratta di un nuovo operatore virtuale. In gergo MVNO. E’ un gestore telefonico come tutti gli altri, proprio come i più conosciuti Tim, Vodafone, Wind e 3 ma non ha una propria rete. E come fa a funzionare senza una propria rete? Si appoggia a quella di un gestore esistente. In questo caso, Kena Mobile si appoggia alla rete di Tim. Quindi una delle più capillari d’ Italia. E Kena è proprio figlia di Tim. Più precisamente, è controllata da Noverca, che però è stata acquistata dal Gruppo Telecom Italia.

E allora perché quelli di Tim hanno voluto lanciare un nuovo gestore telefonico? Questioni di marketing. Con il consolidamento del mercato, la nuova posizione di leadership di Wind Tre oggi fuse e l’ arrivo molto prossimo di Free Mobile in Italia, il vecchio monopolista nazionale ha scelto di rifarsi il look, di travestirsi un po’ con un marchio tutto nuovo e si sono buttati a fare telefonia mobile low cost. Prevalentemente rivolta ai più giovani. Con servizi, come li definiscono loro, no frills, e tariffe davvero molto accattivanti.

Tim quindi potrà fare, diciamo così, il doppio gioco. Lavorando con il brand principale sulla popolazione più adulta e alto spendente e con il nuovo Kena proporre qualcosa anche ai giovani sempre connessi.

Ma come funziona Kena Mobile su IPhone?

Kena Mobile funziona senza alcun problema sui dispositivi Apple. Va però considerato che l’ operatore non offre connessione dati 4G. Quindi per utilizzare Kena Mobile dovrete accontentarvi, proprio perché si tratta di un gestore a basso costo, della connessione in 3G e ovviamente in 2G. Questo è il primo limite per chi usa Kena Mobile con un device moderno come IPhone.

Un altro aspetto importante per far funzionare Kena su IPhone è settare il roaming attivo. Questo perché, come detto sopra, i gestori virtuali si appoggiano alla rete di un altro gestore. Per questo il vostro IPhone con sim Kena Mobile, lavorerà su una rete non di casa e farà apparire la solita “R”. Esattamente nella stessa modalità di quando vi trovate all’ estero.

Anche sul display del melafonino a noi tanto caro, apparirà, a differenza degli smartphone Android, la rete TIM. Senza roaming dati attivo non vi sarà possibile navigare in internet con IPhone ma non ci sarà alcun problema per quanto riguarda chiamate e messaggi.

IPhone dovrebbe riconoscere già da subito la sim Kena Mobile. Se doveste avere problemi, consigliamo comunque di verificare sul sito KenaMobile.it, le configurazioni tecniche necessarie come il “centro messaggi” e le impostazioni come mms e apn.

L’ APN di Kena Mobile è web.kenamobile.it

Kena Mobile conviene davvero?

Per quanto riguarda il nostro punto di vista, in effetti, le tariffe sono davvero convenienti. Forse ci aspettavamo qualcosa in più ma per il momento sembra un gestore molto economico e che può interessare una buona fetta di pubblico. Resta però il limite, pesantissimo per gli users di IPhone, della non disponibilità della rete veloce 4G – LTE. Quindi, per il momento, castrare l’ IPhone in questo modo non ci sembra proprio il caso.

La telefonia mobile italiana è davvero ricca di offerte interessanti. Forse meglio spendere 4 o 5 euro in più al mese ed avere a disposizione anche le reti mobili di nuova generazione. Ma questo è semplicemente il punto di vista di noi di notizieapple.com

Nel frattempo, aspettando magari l’ apertura anche dell’ amato 4G, non possiamo che augurare a Kena tanta buona fortuna in un mercato difficile e saturo, come quello italiano.

Fonte della notizia: www.upgo.news

Rete 4G/LTE: come abilitarla su iPhone 5, 5s, 5c

La rete LTE, dalla sua prima introduzione nel mercato della telefonia mobile, si è rapidamente diffusa, divenendo uno standard sulla quasi totalità degli smartphone odierni, garantendo una velocità di connessione simile a quella ottenibile in WiFi.

Su alcuni modelli di smartphone meno recenti, tuttavia, anche se il dispositivo risulta in grado di agganciare una rete LTE, quest’ultima risulta disabilitata di default. Tra questi smartphone, figurano anche i modelli di iPhone 5, 5s e 5c, che forse per ragioni legate al consumo della batteria, anche se non vi è alcuna nota ufficiale di Apple al riguardo, presentano la connettività 4G-LTE disabilitata.

Gli iPhone, dal cinque al modello più recente, risultano in grado di agganciare la rete LTE solo con i gestori telefonici che supportano tale tecnologia e, cosa fondamentale, che sono stati approvati dall’azienda di Cupertino.

Apple, infatti, al fine di garantire una migliore esperienza d’uso ai suoi clienti, permette di far navigare sotto rete LTE solo i clienti che utilizzano un gestore abilitato. In caso contrario, bisogna solo sperare in un aggiornamento firmware per il proprio smartphone. Se siete dunque interessati ad abilitare la connettività 4G-LTE sul vostro smartphone, di seguito sono descritti i vari passaggi per farlo.

Come abilitare la rete 4G-LTE sugli iPhone 5, 5s, 5c e superiori

Se utilizzate, quindi, un iPhone 5 o superiore e avete un piano dati che consente la navigazione in LTE, ma nonostante ciò state continuando a navigare sotto rete 3G o addirittura EDGE, allora non dovete far altro che seguire la procedura illustrata di seguito per abilitare la rete LTE sul vostro iPhone:

  • Fase 1: ricercate l’icona Impostazioni nella home del vostro iPhone o in una directory che avete precedentemente creato.lte
  • Fase 2: Scorrete le varie voci e premete su Generali.
  • Fase 3: Premete sull’opzione Cellulare e successivamente assicuratevi che i cursori relativi Dati Cellulare e Abilita LTE siano impostati su ON.

A questo punto il vostro smartphone dovrebbe risultare correttamente configurato per navigare sotto Rete LTE. Tuttavia, è doveroso ricordarvi che la connessione dati sotto rete LTE, rispetto ad esempio a quella sotto rete 3G, risulta all’incirca dieci volte più veloce e tale velocità potrebbe andare a discapito del vostro piano tariffario, in quanto consumerete i Giga-Byte messi a disposizione dal vostro gestore senza nemmeno accorgervene.

A tal proposito, quindi, è consigliato in alcune circostanze eseguire il procedimento inverso, ossia disabilitare la connettività LTE per ridurre il consumo di banda a propria disposizione. Infine, è consigliato tenere spenta la connettività LTE anche quando volete favorire il risparmio energetico della vostra batteria o quando la copertura LTE del vostro gestore dovesse risultare molto più debole di quella 3G.

Verificate la velocità della connessione

Anche se il vostro smartphone è stato correttamente configurato per navigare in LTE, può succedere che il vostro gestore telefonico applichi delle restrizioni di rete sulla vostra linea, che vi impediscono di navigare all’alta velocità garantita dalla copertura LTE.

In questi casi, prima di richiedere un intervento sulla vostra linea al vostro gestore telefonico, potete verificare la velocità della vostra connessione effettuando uno speed test online, scegliendo un servizio gratuito fra i tanti in giro per la rete.

Suggerito da: Fast Adsl

iPhone Ricondizionati a partire da 199€

Dove acquistare iphone ricondizionati

Gli iPhone ricondizionati costituiscono una delle scelte possibili per coloro che desiderano un dispositivo Apple e non possono spendere cifre esorbitanti.

Vediamo quali sono le motivazioni per le quali può essere intrapresa una decisione di questo tipo, con una lunga serie di lati positivi.
Inoltre, scopriamo dove possono essere trovati questi dispositivi tanto ambiti.

Nel corso degli ultimi anni, gli iPhone di Apple hanno acquisito sempre più prestigio e sono tra i cellulari di ultima generazione più apprezzati dal pubblico. Anche per questo motivo, acquistare gli iPhone ricondizionati rappresenta un’alternativa più che valida per diverse cause. Stiamo parlando di semplici smartphone della marca della mela che ritrovano una sorta di seconda vita dopo diversi interventi di ricostruzione e manutenzione. Per funzionare al meglio, device di questo genere devono essere sottoposti a numerosi controlli. Di conseguenza, tali cellulari sono reperibili a prezzi anche nettamente inferiori rispetto a quelli di listino, senza alcuna perdita dal punto di vista della qualità.

In poche parole, gli iPhone ricondizionati sono molto simili rispetto a quelli appena messi sul mercato e la loro usura appare piuttosto limitata nel cofano e nella parte interiore. Essi possono essere trovati facilmente nella grande rete di Internet, grazie ad una lunga sequenza di siti di settore.

Tra questi, bisogna senza ombra di dubbio segnalare il portale iphonericondizionati.it.

Quest’ultimo costituisce una sorta di vetrina sul Web per tutti coloro che vogliono un melafonino e non intendono spendere cifre folli per esserne in possesso. Sono presenti iPhone di ogni genere e appartenenti alle gamme più recenti, con un alto grado di soddisfazione per i clienti di tutte le fasce. Inoltre, il sito consente la vendita di uno smartphone e la sua conseguente riparazione in caso di situazioni poco piacevoli.

iphonericondizionati.it opera adottando misure pienamente conformi alle normative europee e nasce con lo scopo principale di ridurre l’impatto di prodotti elettronici in disuso sull’ambiente. La spedizione diventa molto semplice grazie all’aiuto di un corriere pronto ad imballare il prodotto. Quest’ultimo viene mandato al laboratorio, passato ai raggi X e messo in vendita se ogni elemento è a posto.

È inoltre possibile acquistare iPhone ricondizionati pagandoli mediante bonifico bancario, carta di credito, PayPal e contrassegno.

scoprireanonimoask.com

Come scoprire l’anonimo su ask su ipad e iphone?

Vediamo ora chi sono gli anonimi, perché è utile scoprirli e come sfruttare il sito web di http://scoprireanonimoask.com/  per poter compiere tale operazione in maniera corretta.

Gli anonimi di Ask, un problema da risolvere.

Chi sono gli anonimi di Ask?
Generalmente, sono delle persone che hanno molto tempo da perdere, e che si divertono nello sfruttare l’anonimato, che viene concesso da questo social network, ai suoi utenti.
Nel momento in cui queste persone utilizzano il sito web, esse si divertono a dare il tormento agli utenti che magari nemmeno conoscono.
Il fare delle domande inopportune oppure insultare il prossimo risulta essere il loro comportamento standard: il poter essere protetti dall’anonimato aumenta la voglia di scocciare gli altri utenti.
La loro popolarità aumenta nel momento in cui, la vittima che subisce le angherie online, cerca di reagire: ma anche quando questa ignora l’anonimo, esso continua a dargli il tormento, giusto per il gusto di poterlo fare, giocando appunto sul fattore anonimato, che protegge queste persone poco corrette presenti sul suddetto social network.

Perché è bene smascherarli.

Poterli scoprire rappresenta un’opportunità che deve essere sfruttata immediatamente, in quanto queste persone verranno sconfitte senza possibilità di rivincita.
Quando un anonimo viene scoperto, prova la stessa sensazione di un lottatore messicano che perde la sua maschera: la sua carriera, quando questo accade, è praticamente finita, dato che non potrà più indossare la maschera, e lo stesso accade con l’anonimo.
Esso infatti viene scoperto e la sua identità resa pubblica, cosa che fa provare loro una sensazione di disagio ed anche di vergogna: la sensazione di essere un intoccabile viene completamente rimossa e l’anonimo, privato di quello scudo protettivo, tende a sparire dal social network di Ask.
Procedendo in questo modo, una persona riesce anche a tutelarsi, in quanto quella persona non avrà più possibilità di dare il tormento alle altre persone, visto che essa è riuscita a crearsi, a sua volta, uno strato protettivo che non potrà essere scalfito.
Ecco quindi il perché, adottare questo particolare modo di fare, risulta essere veramente utile, in quanto protegge le potenziali vittime da questi predatori presenti sul web.

Come sfruttare il sito contro gli anonimi

Il sito di http://scoprireanonimoask.com/ permette alle persone di poter utilizzare un’arma che risulta essere letale: nella piattaforma sarà possibile utilizzare un programma, completamente gratuito, che permette di scoprire diversi dati di quella persona che, fino a quel momento, si è divertita nei panni dell’anonimo.
Quando si riceve una domanda o insulto anonimo, le persone che ricevono quell’elemento devono semplicemente copiare ed incollare il link della domanda sul sito web.
Questo poi dovrà essere azionato: la domanda o commento verrà analizzato e dopo pochissimo tempo, l’anonimo verrà smascherato, visto che la sua identità, ovvero indirizzo mail e soprattutto quello IP, verranno scoperti da chi utilizza il programma del sito web http://scoprireanonimoask.com/.
In questo modo, una persona potrà essere sicura che, gli anonimi, gli staranno ben lontani, visto che questo strumento potrà essere utilizzato in un qualsiasi momento senza dover sottoscrivere abbonamenti e pagare somme di denaro.

Come fare il backup del proprio Iphone

Come Fare il Backup dell’Iphone

 

Backup dell’IPhone, servizio utile ma poco conosciuto

 

Il possibile inconveniente di perdere tutte le informazioni personali, di lavoro che si trovano salvate sul proprio iPhone, è un rischio che qualsiasi possessore di tale smartphone vorrebbe scongiurare ed evitare.

Per evitare ciò, un possibile rimedio può essere quello di effettuare, a intervalli di tempo regolari il backup della memoria dell’iPhone, evitando il rischio di perdere informazioni.

Ecco dunque spiegato come sia possibile effettuare un backup di un iPhone sul proprio pc oppure su piattaforme online gratuite.

 

Come effettuare un backup sul computer

 

Innanzitutto per accedere a questa funzionalità dovrai, in primo luogo fare uso del software iTunes, programma scaricabile online in maniera gratuita dal sito americano sviluppatore Apple.

Effettuata questa operazione, bisognerà procurarsi il cavo necessario per collegare il proprio dispositivo al pc. Fatto ciò, il programma precedentemente scaricato si avvierà in maniera automatica.

Ti ritroverai direttamente nella schermata principale di iTunes. Procedi dunque cliccando sull’opzione “Dispositivi” che troverai aprendo la finestra in alto a destra “File”

Scegliete ora la voce “copia elementi dal dispositivo” e attendete qualche istante per il completamento della procedura iniziale.

Ora dovrai agire dal tuo iPhone, andando prima in “Impostazioni” per poi successivamente selezionale la voce “Effettua Backup”. Anche in questo caso l’operazione potrebbe richiedere del tempo.

 

Effettuare il backup dell'Iphone in modo veloce

 

 

Come effettuare un backup on line, grazie al servizio iCloud

 

Quanto appena descritto ti permetterà di salvare tutti i tuoi file sul tuo pc.

Se necessiti e desideri un ulteriore sicurezza, potrai effettuare questa operazione anche su server online sicuri, in modo da coprirti da eventuali danni sia al tuo iPhon sia al tuo computer.

Da parte della stessa Apple infatti vengono offerti i server del servizio iCloud. Questo servizio, coperto dai sistemi di sicurezza Apple continuamente aggiornati, ti permetterà di salvare tutto quello che vuoi on line, salvando tutto con il tuo ID Apple.

Per salvare i tuoi dati on line quasi tutte le operazioni andranno effettuate direttamente a partire dal tuo dispositivo. Inizialmente andrai su iOS e, dopo essere andato nelle impostazioni, selezionerai il simbolo di iCloud.

Clicca ora dunque su “Backup iCloud” e segui direttamente le istruzioni.

Attendi ora che tutte le operazioni vengano completamente effettuate. Attivando il servizio di backup su iCloud renderai possibile questa operazione in modo automatico, senza dover svolgere tutti i passaggi, ogni qual volta il dispositivo risulterà collegato ad una rete.

 

iCloud, servizio gratuito ma con limitazioni di spazio

 

Tuttavia, è bene ricordare e sottolineare che il servizio on line per fare il backup dell’Iphone, offerto da Apple non è gratuito all’infinito. Non vi sarà addebitata alcuna spesa fino ad un’accupazione di spazio massima pari a 5GB. Se necessiti di maggior spazio, è possibile ottenerlo a pagamento con un massimo di circa 20 euro mensili per 1TB di spazio a disposizione.

Ecco dunque che in questo modo avrete la possibilità di consultare i vostri dati personali e non senza dover per forza accedere al vostro smartphone iPhone.