cover iphone

Cover iPhone: come scegliere la migliore?

Tutti i modelli di iPhone posseggono naturalmente un fascino insito non solo nelle linee, ma anche nei colori. Le prime, inconfondibili e pulite, sono ormai diventate un marchio distintivo della mela morsicata. I colori, poi, sono sempre stati il giusto e perfetto compromesso tra colore e quella sobria eleganza che non passa mai di moda. Perfino nei modelli iPhone 5c, con i loro colori sgargianti e allegri, riuscivano ad avere la loro classe.

Eppure, a volte una cover iPhone può essere un accessorio per smartphone che non serve esclusivamente a conferirgli un aspetto diverso, ma anche a proteggerlo. Le esigenze, però, non sono di certo le stesse per tutte, e l’ideale sarebbe riuscire a coniugare aspetto esteriore a protezione. Come fare, quindi, per scegliere la miglior cover iPhone tra le tantissime in commercio? Ecco una breve panoramica su quello che offre il mercato.

I tipi di cover iPhone

Forse non ci abbiamo mai fatto caso o riflettuto più di tanto, ma esistono tantissimi tipi di cover per iPhone tra cui scegliere. Al di là dell’infinita varietà di disegni a disposizione, anche le caratteristiche tecniche possono differire in modo consistente. Per esempio, tra le cover iPhone “leggere”, troviamo:

  • custodia a guanto: si tratta di semplici cover in tessuto che hanno perlopiù una funzione estetica. Proteggono poco o niente lo smartphone dagli urti, ma possono tornare utili per evitare di graffiarlo accidentalmente mentre lo teniamo in borsa o in tasca.
  • custodia in silicone o poliuretano termoplastico: leggermente più protettiva rispetto a quella a guanto, specialmente quando presenta degli speciali rinforzi in corrispondenza degli angoli. Questo è il tipo (in particolare in silicone) di cover più venduto e diffuso in quanto è facilmente personalizzabile e dal costo decisamente basso.

Tra le cover più resistenti, troviamo invece:

  • custodia in policarbonato: queste sono simili a quelle in silicone per dimensioni e spessore, ma al contrario di queste ultime sono rigide anziché flessibili. Proprio a causa della loro rigidità possono essere più deleterie che utili in caso di caduta accidentale dello smartphone.
  • custodia a portafoglio: queste sono le cover più scelte da chi ama la praticità. Solitamente sono realizzate in materiali morbidi come tessuto o, nei casi più lussuosi, in pelle pregiata. Oltre a proteggere la parte posteriore dello smartphone, sono infatti dotate di una sorta di copertina che protegge anche il lato anteriore. Al loro interno presentano delle tasche dove poter alloggiare le carte (codici fiscale, carta di credito, eccetera), come un vero e proprio portafoglio appunto. In più, il lato anteriore può presentarsi dello stesso colore e materiale del resto della cover iPhone, oppure essere dotato di apposite “finestrelle” per leggere il nome di chi ci sta chiamando senza dover aprire la custodia. La chiusura, infine, può essere magnetica o con bottone a pressione (meno pratica). Benché questo tipo di custodia possa risultare molto elegante, non tutti la trovano particolarmente pratica. Inoltre, il “dorso” della cover, essendo soggetto a un movimento ripetuto, è destinato a usurarsi con velocità.
  • custodia rugged: con questa custodia potrete smettere di temere ogni tipo di caduta del vostro smartphone. Le dimensioni sono più impegnative rispetto alle precedenti custodie che abbiamo preso in esame. Solitamente comprendono sia una parte anteriore che una posteriore, che si uniscono a incastro per ridurre al minimo i danni da urto. In più, alcuni modelli di cover iPhone rugged includono anche una protezione per il vetro dello schermo dello smartphone. Se da una parte è vero che questo tipo di custodie sono particolarmente efficaci, dall’altra è anche vero che non sono propriamente belle da vedere. Fortunatamente, sempre più spesso le custodie rugged presentano colori e disegni accattivanti, che tentano di coniugare l’aspetto estetico e quello funzionale.